SORPRESE PER FESTE ovvero SPETTACOLO A SORPRESA (prima parte)


Piu’ di una volta mi è capitato che un cliente si sia convinto che offrire uno spettacolo a sorpresa fosse la miglior trovata che si potesse avere per rendere un evento indimenticabile.

Se state cercando qualcosa del genere, chiamatemi e discutiamone al 349. 69.43.66.2 oppure scrivendomi a spettacoli@darus.it.

Quindi di solito, dopo aver discusso cachet, modalità e tempistiche della mia performance, per quella festa privata, quel matrimonio, quella festa di laurea ho scoperto che il festeggiato, il consorte, il padrone di casa, e soprattutto gli invitati sarebbero rimasti all’oscuro di tutto fino all’ultimo e che magari si è pensato di farmi entrare come uno degli ospiti dell’evento che ad un certo punto si esibisce tra lo stupore generale e viene riconsciuto come il mago.

Benissimo MA CI SONO DEI PERO’ E CHI LI VUOL CONOSCERE DEVE LEGGERE ANCORA QUALCHE RIGA.

La formula attizza la fantasia di chi organizza, appaga il desiderio di regalare qualcosa di inconsueto e di distinguersi dal solito regalo o dalle solite feste con qualcosa che rimane, se le premesse vengono rispettate, come indelebile nella memoria.

Bisogna però fare attenzione e curare i dettagli per evitare che l’artista lavori in “salita” ovvero si trovi ad affrontare una situazione in cui lui, ospite inaspettato, deve convincere i presenti a seguirlo interrompendo qualcosa che magari stavano già facendo (mangiando, ballando ecc) rischiando di apparire come l’ospite indesiderato.

Se questo avvenisse la sorpresa non avrebbe l’impatto ed il gradimento voluto.

Bisogna tener conto infatti che una delle componenti del successo di un evento è costituito dalle aspettative. Nel bene e nel male.

Per alcuni eventi è un bene non alimentarle per poi stupire offrendo qualcosa a sorpresa. Per altri invece, lo dico per esperienza, è meglio gestire le aspettative (che comunque ci sono sempre) per indirizzarle sulla retta via.

Se qualcuno vuole offrire un mio spettacolo, a sorpresa, consiglio di trovare un momento durante la festa (anche molto prima che lo spettacolo si svolga) per far girare la voce generando curiosità ed alimentando un’aspettativa in modo che gli ospiti comincino a domandare: “spettacolo? dai…e chi sarà? un mago? un giocoliere? un ipnotista? uno che legge il pensiero ?” (questa e’ rara).

Quindi non dire necessariamente cosa ci sarà ma far capire che qualcosa di speciale avverrà per intrattenere gli ospiti.

La cosa si può fare appunto a voce, o attraverso dei biglietti lasciati ad hoc in giro per la sala o scrivendo sul tabellone dei posti a sedere per un pranzo di matrimonio ed in mille altri modi ed è utile a creare quella suspence che poi elettrizzerà gli spettatori durante lo spettacolo.

E’ importante ed utile avvertire il mago (parlo per me) in modo che si possa preparare per tempo con qualcosa di adatto all’occasione avendo l’accortezza di concordare le modalità che meglio si adattano al repertorio dell’artista dato che se ci si aspetta che questi compaia in una nuvola di fumo in mezzo alla stanza non ci si può stupire che chi è venuto per gonfiare palloncini non sia all’altezza della nostra richiesta.

Ed ovviamente bisogna fare attenzione a tante altre cose tra cui ovviamente anche la qualità dello spettacolo di chi viene assunto, ma ne parlerò in un altro post…ora vado a preparare una sorpresa per il matrimonio di un cliente (che mi ha avvertito molto prima 🙂 ).

A presto.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA

ALL’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Annunci

Tag: , , , , , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: