Fraudologia – Teoria e tecniche della truffa


Occupandomi di illusionismo, spettacoli di magia e tecniche psicologiche e ricercando continuamente nuovi spunti per creare suggestioni e false percezioni per intrattenimento, sono sempre interessato a scovare nuovi spunti e questo libro stimola la mia fantasia.

Sono lieto di pubblicare le impressioni che l’amico Ferdinando Piepoli mi ha inoltrato avendo letto il libro prima di me:

Il libro Fraudologia, di Matteo Rampin e Ruben Caris, edito da Palo Alto, è di notevoli dimensioni, ma non è un mattone: si legge scorrevolmente.

È diviso in due parti, la prima più psicologia, scritta da Rampin, in cui si affrontano le tematiche della truffa in modo più teorico. Per quello che riguarda questa parte, in molti punti ci sono dei concetti solo accennati, per i quali si riportano elenchi puntati (alle volte noiosetti) e si rimanda alla bibliografia.

La cosa è comprensibile, perché Rampin tocca moltissimi aspetti e non può, per ragioni di spazio, approfondirli tutti. Resta comunque un sapore di “incompiuto”. Magari qualche rimando bibliografico in più avrebbe aiutato (questo concetto lo trovate in…).

Ed in questa prima parte manca la parte applicativa (gli esempi dei concetti esposti, che aiutano a capire meglio, sono pochi e troppo semplici – talvolta tanto semplici da apparire “sbagliati”, comunque riduttivi).

Viceversa, la parte (sempre di Rampin) sulle “domande” è molto completa e con diversi esempi. Quando decide di approfondire, insomma, lo sa fare.

Nella seconda parte, Caris discute le tecniche operative della truffa: da quelle più tecnologiche (come si fa a clonare un bancomat) a quelle più basate sulla psicologia.

È proprio in questo settore che l’autore, che è stato penetration tester per una importante multinazionale, ha ottenuto i risultati migliori: la tecnologia di controllo può essere perfetta; ecco che il modo “più semplice” per superarla è quello di chiedere che venga disattivata. E la cosa funziona!

Questa parte è molto più scorrevole, vengono raccontate “storie” (realmente accadute) di truffe, e viene dettagliatamente spiegato il perché hanno funzionato, quali sono gli aspetti psicologici che hanno indotto il truffato a “cascarci”.

Il libro è consigliato a tutti quelli che vogliono capire un po’ di più il funzionamento della psiche umana attravero questa particolarissima (ma non trascurabile) angolazione.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA ALL’HOME PAGE E/O LASCIA UN TUO COMMENTO

Annunci

Tag: , , , , ,

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: