Archive for the ‘Spettacoli aziendali’ Category

Il mentalismo nei processi aziendali

25 luglio, 2017

In occasione di alcuni eventi business in cui sono stato chiamato ad esibirmi, sono stato interpellato sul tema del procurement, ovvero della trattativa ed insieme a me diversi manager ed esperti del campo.

Le immagini ritraggono anche diversi momenti di interazione con gli spettatori durante lo spettacolo di mentalismo svoltosi a Milano. Altre interviste a questi manager sono visionabili sull’home page del mio sito ufficiale.

Il mentalista negli eventi aziendali

24 marzo, 2017

Spesso, per la conferma di un ingaggio, mi vengono chieste immagini del mio mentalismo. Giustamente, manager e responsabili incaricati di organizzare un evento vorrebbero capire, sapere, essere sicuri di fare la scelta giusta. Ci sono parecchi improvvisati in giro e non esistendo una Tripadvisor dei mentalisti, bisogna approfondire come si può per evitare delusioni e brutte sorprese.

“Darus, vorremmo un mentalista al nostro evento aziendale, ma  come reagiscono gli spettatori normalmente? Può darci delle referenze? Chi sono i clienti e cosa pensano dopo lo spettacolo?”

Nel video vedrete il vostro mentalista all’opera da Roma a Milano, da Firenze ad Alessandria, con i commenti degli amministratori  delegati di Liquigas, e di Jobrapido, i manager di Cuki fresco spa, Nuova Poliver, Leroy Merlin, Gruppo Proedi e WhereMIlan, la presidente di IAN e il direttore vendite di Mattel Italia. Ce ne sarebbero anche tanti altri ma credo che già questi rendano l’idea.

Il mentalismo è sempre più presente negli eventi aziendali e si affaccia anche nella formazione. Se avete delle curiosità, sono a disposizione:

Un anno di strepitosi eventi

15 febbraio, 2017

13405193_10208294177306057_1338084984_o

Tenere un blog aggiornato, l’ho sempre saputo, non è cosa facile ne scontata. Ci vogliono idee, tempo, passione e capacità di scrittura. Invidio chi riesce a farlo con costanza e profondità.

Il 2017 è partito con il turbo ma essendomi ripromesso di buttar giù almeno un sintetico bilancio dei 12 mesi trascorsi è giunto il momento di farlo, anche se in poche righe.

E’ stato un anno esaltante in primo luogo per i tanti eventi aziendali in giro per l’Italia nei quali ho avuto l’onore ed il piacere di essere invitato come mentalista guest star.

Dal trentennale di Tamoil a Palazzo Parigi, all’evento di WhereMilan per gli hotel lombardi di lusso nella splendida cornice del Seven Stars Galleria di Milano, passando per la convention Liquigas all’hotel Monaco e Gran Canal di Venezia, la cena di gala al Modern art Museum Ca Ghironda, vicino Bologna,  le convention Lindt a Varese e quelle delle altre aziende a Pisa, Verona, Torino, Roma e non so più dove altro, gli spettacoli per i teatri come la Sala Vanni di Firenze e il teatro comunale di Saint Vincent per Master of Magic, le presentazioni prodotti nel prestigioso hotel Bulgari e le premiazioni aziendali come quella per Mattel Italia, il coinvolgimento in fiere di settore (Feval a Sondrio), finendo con  i vari team building realizzati su obiettivi e target specifici.Insomma un 2016 strepitoso di cui sono onestamente molto contento.

Ciò che però ho apprezzato di più, anzi chi, e che vorrei ringraziare, sono le persone che ho avuto modo di incontrare e conoscere nelle mille situazioni in cui mi sono trovato. Da coloro che mi han dato fiducia ingaggiandomi per la prima volta o confermandomi in più occasioni (manager, amministratori d’azienda, titolari di agenzie di eventi) a chi è venuto a parlarmi e stringermi la mano dopo un’esibizione o a chi ha condiviso con me aneddoti della propria vita, avendo poco prima condiviso un’emozione durante qualche esperimento mentale. Incontri che mi hanno infuso energia positiva.

In un anno così, si imparano anche tante cose, spesso grazie agli errori fatti anche se ogni volta si riesce a farne di nuovi. Delle persone ti sostengono, altre ti invidiano, altre ancora ti ignorano. Da tutti costoro si traggono comunque insegnamenti utili a migliorare.

Infine voglio sottolineare che la mia maggior fortuna sta nell’avere (alle spalle e al mio fianco) una famiglia meravigliosa senza la quale tutti i traguardi raggiunti sarebbero inutili. E questo lo auguro davvero a tutti perché è come avere la pietra filosofale.

Avendo scritto più di quanto avrei voluto mi fermo qui e mi riprometto presto di aggiornarvi sulle tante novità che già in queste prime settimane del 2017 si sono presentate. Se qualcuno vuole scrivermi o comunicarmi le sue  impressioni è il benvenuto. Nel frattempo un abbraccio a tutti.

Nuova recensione per Darus: Gruppo Monolo

21 dicembre, 2015

Lieto di condividere una nuova video referenza dal mondo aziendale, ricevuta dopo un mio spettacolo, da parte di Giovanni Monolo, Claudio Novelli e Simone Piacentini, responsabili del Gruppo Monolo.

E’ possibile consultare le altre video recensioni a questo link.

ps dicembre è stato un mese all’insegna degli eventi aziendali e così si sta delineando anche gennaio, ma sono in previsione anche diversi appuntamenti pubblici in giro per l’Italia. Segnalo la mia nuova pagina ufficiale su facebook. Attiva le notifiche per essere sempre aggiornato! … Buone feste!

Colombo Filippetti Spa- recensione della serata aziendale

29 gennaio, 2015

il mentalista Darus durante uno show in provincia di Bergamo

Insonne dopo lo spettacolo di mentalismo per gli agenti e i dirigenti di un’importante azienda farmaceutica con sede a Milano, mi ricordo di aver accumulato un sacco di materiale e che tanti riscontri, recensioni, commenti mi sono rimasti nel cassetto.

Eccomi allora a pubblicarne uno, in riferimento ad una recente serata che ho trovato particolarmente stimolante realizzata per i dipendenti della Colombo Filippetti ed un paio di aziende consociate, in provincia di Bergamo nel mese di dicembre 2013. Circa 2-300 persone a cena la cui attenzione e concentrazione è stata tutta da guadagnare e conservare.

Ecco il commento di chi mi ha ingaggiato:

“La cena Natalizia aziendale , quest’anno ha visto la partecipazione di Darus il mentalista.
Serata all’insegna dell’incredulità da parte di tutti, comprese le persone più scettiche.
La presenza di Darus è stata fondamentale per l’ottima riuscita della serata
Ringraziamo ancora per l’a professionalità e la disponibilità”

Monica Bussi – Ufficio Marketing – Colombo Filippetti Spa

Di questo evento verranno pubblicate altre foto sul profilo Pinterest.

Intanto godetevi le belle foto del recentissimo evento pubblico. Le trovate qui nella pagina ufficiale di facebook.

Dicembre, tempo di bilanci, cene e convention

19 novembre, 2014

 

Evento Gucci International Best Performers Meeting

Evento Gucci
International Best Performers Meeting

Amo dicembre, concentrato di convention, cene aziendali, meeting e serate di gala ovunque.

Mi piace perché mi da modo di incontrare e conoscere centinaia, se non migliaia di persone in pochi giorni in tutta Italia e di nutrirmi con la loro energia, le loro storie, le loro vite oltre che di quella dell’azienda per cui lavorano. 

Dipendenti, fornitori, manager e dirigenti in carriera che durante l’evento aziendale si tramutano in Persone (la maiuscola è voluta), si commuovono, ridono, scherzano e ti fanno confidenze pur essendo la prima volta che ti hanno incontrato.

Succede quando e perché si è crea un’alchimia speciale, dove chi viene coinvolto negli esperimenti mentali non è una cosa, un accessorio, ma il protagonista. Un qualcuno che diviene interessante agli occhi di tutti oltre che a se stesso/a traendone giovamento e soddisfazione.

Senza falsa modestia, posso dire che chi ha assistito ai miei spettacoli su un palco o una pedana o al proprio tavolo, lo sa, l’ha visto, e’ innegabile, non c’è freddezza, non ci sono sfide a chi è più forte, furbo o intelligente, si cercano invece momenti di condivisione di esperienze, ricordi e amicizie. E’ questo il bello ed è questo che gli spettatori dicono.

Prossimamente avrò il piacere di potermi esibire per delle aziende (italiane e non) e per delle organizzazioni prestigiose (Federalberghi, Confindustria ecc) ma resta ancora qualche data disponibile. So che come l’anno scorso tutti si concentreranno sulle stesse date utili ma confido nella fortuna affinchè ciò succeda in maniera ridotta anche perchè rispondere a chi vorrebbe ingaggiarti che sei già impegnato non è piacevole. Anzi a dirla tutta, fa quasi dolore.

Quindi concluderò parafrasando un famoso slogan pubblicitario di una birra di quando ero adolescente:

prenotate gente, prenotate.

Chi volesse vedere altre foto della serie in cima faccia click qui (ma non si aspetti miracoli).

Ovviamente amo dicembre anche perchè, dopo i tanti impegni lavorativi, c’è il Natale e l’occasione di passare più tempo con la famiglia, mia moglie, i bambini, che è la vera fortuna della vita.

 

Convention Nespresso

14 settembre, 2014

Milano-20140910-04022

In viaggio per uno spettacolo, stavolta nella bellissima Venezia, ho il tempo finalmente di scrivere qualche riga relativamente all’appuntamento in cui, come mentalista, ho avuto il piacere di intrattenere il team del gruppo Nespresso, riunitosi per aggiornamenti professionali a Milano nei giorni scorsi.

Come spesso accade in queste serate, dopo ore ed ore di relazioni economiche, numeri e dati snocciolati tra manager e dirigenti, gli ospiti sono arrivati (nel locale dove avrebbero mangiato) abbastanza frastornati ma con una gran voglia di rilassarsi e divertirsi.

Il brusio in sala durante la cena e le risate fin da subito dimostravano come l’obiettivo fosse alla loro portata e in questo clima è stato facile, oltre che piacevole, inserirmi e fornire quel tocco di mistero e sorpresa a completare il quadro.

Fin da subito l‘energia sprigionata da chi veniva coinvolto in qualche esperimento di mentalismo e l’entusiasmo di tutti i testimoni ai tavoli per ciò cui avevano appena assistito hanno fatto si che la serata volgesse ad un’ottima conclusione con l’esibizione finale rivolta a tutti i presenti.

Devo anche dire che molto del piacere di questo lavoro risiede nel continuare a chiacchierare anche dopo la fine dello spettacolo ufficiale assolvendo con soddisfazione alle richieste di approfondimento che i singoli spesso vengono a richiedere.

Infine, e non per piaggeria, devo dire che la mia fortuna è anche quella di poter lavorare per gruppi di persone, aziende e eventi che spesso sono molto interessanti. Con Nespresso questo è doppiamente vero. Lo so, anche tu hai pensato a George Cloney, ma no, non c’era. Ma gli altri si. What else?

Per informazioni e richieste clicca qui.

Convention Acer

19 agosto, 2014

Tempo fa, fui ingaggiato per esibirmi in un evento Acer svoltosi a Milano (il primo tra quelli in cui fui coinvolto, altri si svolsero altrove) . A fine serata mi fu chiesto di realizzare ancora qualcosa per i presenti ed ovviamente non mi tirai indietro, come succede quando lavoro, per fortuna mi stavo divertendo, per cui non mi sono fatto pregare.

E’ accaduto poi che di un certo numero mi è stata fatta avere una registrazione realizzata da una persona presente all’evento. Come sanno gli iscritti alla newsletter che l’hanno visto in anteprima (per iscriversi leggi qui), ho deciso di rendere questo minuto video pubblico. In particolare perchè mi piace condividere come, pur trattandosi di un evento di una grande azienda, l’atmosfera divenne, in quel momento, molto informale.

 

Spettacolo al Hotel Principe di Savoia (prima parte)

18 giugno, 2014

Giorni fa sono stato chiamato ad esibirmi in una cornice molto interessante, quella dell’Hotel Principe di Savoia a Milano.

L’evento era una meeting internazionale, con persone provenienti da ogni parte del mondo che si occupavano di fiscalità. Per la precisione era una riunione del Crowe Horwath International, un’organizzazione che conta numerosi affiliati in moltissimi paesi.

Mi è stato chiesto di realizzare  il mio spettacolo davanti ai convenuti, durante una pausa dei lavori e poi chiudere il cerchio, con delle interazioni dirette durante il pranzo che si sarebbe svolto a seguire.

Posta la particolarità di esibirmi prima delle 13, cosa avvenuta davvero raramente nella mia carriera di mentalista professionista, ed in inglese ho ritenuto molto interessante e stimolante questo appuntamento.

Di seguito pubblico quindi una delle tre parti dei video realizzati in questa occasione.

Buona visione.

International Gala Dinner (con il mentalista)

24 aprile, 2014

IFRF - Pisa con il Mentalista Darus

Dopo essermi spesso esibito, anche recentemente, in eventi aziendali realizzati per brand stranieri con sede in Italia, ieri è stata la volta del “French Italian Joint Combustion Meeting“, un importante convegno di studi svoltosi presso l’Hotel San Ranieri di Pisa.

Platea di studiosi, tecnici, industriali e studenti provenienti dai quattro angoli del globo, lingua ufficiale l’inglese, con una maggioranza di presenti italiana e francese e prevista presenza di un mentalista noto a questo blog: 🙂

Durante la cena ho proposto i miei esperimenti mentali, tavolo per tavolo e fin da subito ho trovato una certa disponibilità a farsi coinvolgere,  provati com’erano da una giornata di incontri e studi su temi non semplici, non gli è forse sembrato vero potersi abbandonare a suggestione e lettura del pensiero. Anzi dai pensieri che ho letto confermo proprio fosse questo il loro stato d’animo.

International gala dinner con il mentalista DarusLa serata si è poi conclusa con il mio spettacolo che ha generato, come sempre accade, reazioni diverse secondo l’origine e  la cultura dei singoli spettatori. I francesi, inizialmente più increduli e duri da sbrinare, che una volta entrati nello spirito giusto sono diventati i più rumorosi e plaudenti supporter, gli anglosassoni sempre curiosi, gentili ed educati anche nel loro entusiasmo.

Gli italiani (qui potrei distinguere anche in base alla città di provenienza ma tralascio) portati per fare la radiocronaca di quello che vedono ed altri che stanno comunque guardando, ma che ne usufruiscono con piacere.

Tutti uniti da una generale e diffusa incredulità e partecipazione convinta.  Insomma, se non si era notato mi sono divertito.

Grazie ai presenti e all’organizzazione  per avermi invitato.

Per informazioni e richieste clicca qui.

Varese, mon amour

15 gennaio, 2014

 

ps vi aspetto per lo spettacolo di mentalismo a Firenze del 5 febbraio. Per info clicca qui.

La verità su una serata di mentalismo

13 gennaio, 2014

 

Cosa vogliono oggi le aziende italiane dagli eventi, dalle agenzie e dai fornitori

14 novembre, 2013

See on Scoop.itSpettacoli ed intrattenimento

Cosa vogliono le aziende dagli eventi
Le aziende non sembrano ancora del tutto consapevoli delle peculiarità degli eventi. Certo, il raggiungimento degli obiettivi di comunicazione prefissati rimane fondamentale, ma solo il 17% vede nel coinvolgimento dei partecipanti una vera priorità, preceduta dalla riduzione dei costi (19%) e seguita dall’ottimizzazione della logistica (12%) e dal miglioramento del ritorno sull’investimento (12%). Una buona percentuale di intervistati, il 26%, vorrebbe inoltre “osare di più”, dando vita a format innovativi e sperimentando nuove forme di coinvolgimento e comunicazione, ma si scontra con tre ostacoli: i budget limitati (43%), una cultura aziendale poco propensa ai cambiamenti (26%) e la crisi economica (22%).

Mentalista Darus‘s insight:

Ho partecipato alla due giorni  del #Btc2013 a Firenze trovandola molto utile per capire ed approfondire i trend in corso da parte delle aziende che organizzano eventi in giro per l’Italia.

I dati della ricerca della Cisalpina Research, riportata nell’articolo, evidenziano  alcune lacune nella creazione e fruizione di tali occasioni di incontro da parte del mondo corporate anche se, con delle eccezioni rilevanti da parte di aziende e manager più  aperti all’innovazione e lungimiranti.

Anche il settore alberghiero, con la sua offerta di location e servizi extra, soffre in Italia di una certa obsolescenza e rigidità.

Design e dotazioni delle sale, coffee break ed ipotesi di menù per le cene di gala, sono le stesse degli anni ’70. Per tutti. Quindi la competizione è solo sul prezzo. Con zero proposte innovative.

All’estero, invece, c’è anche chi offre nel pacchetto completo persino l’intrattenimento. Che ovviamente, essendo di elevata qualità contribuisce al raggiungimento della soddisfazione generale del committente.

Sarebbe interessante, se anche le strutture italiane si adeguassero in questa direzione. Nel caso, siamo qui: http://www.darus.it/spettacoli-e-convention-aziendali/

See on www.eventreport.it

Il tunnel

22 ottobre, 2013

Mi è sempre rimasta impressa quella battuta (sciocca ve lo dico gia’) in cui una donna chiede al suo uomo “dimmi qualcosa di profondo” e lui “Pozzo”, alchè lei replicava- “ma no, non in quel senso” e lui “aaah, ok, allora …tunnel”.

Perchè l’ho citata? Così, solo per rompere il ghiaccio e cominciare a scrivere questo post. Esso racchiude un video, realizzato durante una trasferta per andare a fare uno spettacolo per un’azienda, abbastanza lontano da casa (curioso di sapere chi riconosce la strada), qualche tempo fa. Non sapevo cosa avrei trovato all’arrivo, ma il viaggio è stato ipnotico proprio come alcuni esperimenti di mentalismo. Provate a fissare il punto di luce e poi ditemi.

Anche tu la vedi la luce in fondo al tunnel? Che cosa potrebbe rappresentare per te, quella luce?

Primo Digital Awards ABOUTPHARMA – SERATA DI PREMIAZIONE (con il Mentalista Darus)

15 ottobre, 2013

 

24 Ottobre 2013
Hilton MIlan, via Luigi Galvani 12 – Milano

PROGRAMMA DELLA SERATA

Ore 18.00 Cocktail di benvenuto

Ore 18.30 Saluto ai partecipanti
Stefania Ambra, CEO HPS – Health Publishing and Services

Ore 18.45 Presentazione e saluto alla giuria
Walter Gatti, Direttore Editoriale ABoutPharma and Medical Devices

Ore 19.00 Premiazione

Ore 20.30 Cena di Gala
Allieteranno la serata:
Rosalba Piccinni Trio LIve
Round About Jazz

Darus
The Mentalist Show

Festa per i 30 anni a Livigno

2 ottobre, 2013

Arizzia CARTELLObozQualche giorno fa i titolari di una nota boutique di abbigliamento di Livigno, ha festeggiato i suoi “primi” 30 anni di attività. Chiunque si guardi attorno capisce quanto sia particolare, al giorno d’oggi, un’attività che arriva a festeggiare un anniversario così rilevante.

I festeggiamenti, dopo una serie di performance ed attrazioni offerte, insieme ad un’ottima cena, a clienti, curiosi e passanti dal centro di Livigno, sono culminati con l’esibizione di un noto (a questo blog) Mentalista.

Quel noto mentalista, si è molto divertito ad interagire con il pubblico presente e devo dire, anzi deve dire, che il viaggio, passando oltre Trento, Bolzano, Merano passando per la Svizzera  è valsa la candela poichè la carica restituita dagli spettatori in occasione dei diversi esperimenti condotti me la porterò dietro per diverso tempo.

Questa introduzione mi permette di fare alcune considerazioni:

a) sempre più persone oggi capiscono e comprendono cos’è un mentalista e lo ricercano direttamente per contattarlo ed ingaggiarlo oppure si rivolgono ad agenzie competenti che sanno chi coinvolgere;

b) gli organizzatori di eventi aziendali sono coloro che più di altri si sono resi conto che proporre uno spettacolo di mentalismo di livello stia diventando un modo piacevole di soddisfare i propri clienti;

c) il fatto che alcuni amici e colleghi stiano esibendosi con continuità in tv (Sky, Canale 5 ecc) non fa che rinfocolare l’attuale forza d’urto che la richiesta di mentalisti sta avendo in questo periodo.  Mi auguro che le loro esperienze procedano per il meglio perchè tutto l’ambiente ne trarrebbe giovamento ma ricordo, per prima cosa a me stesso e poi a chi legge, che il mentalismo è emozione, energia e sensazioni che nascono dall’essere coinvolti in una esperienza inconsueta e misteriosa e che la televisione restituisce solo una frazione di tutte queste cose, che invece una performance live, quando ben fatta, può far provare (una frasona scritta di getto che forse andrebbe riletta per essere digerita interamente).
Quindi siamo d’accordo, noi ci vedremo live.
Se prima vogliamo interagire, tra i vari modi che ci sono oggi evidenzio la mia pagina facebook, clicca sopra per iscriverti:

Spettacolo, la crisi c’è ma non uguale per tutti – Il Sole 24 Ore

24 settembre, 2013

See on Scoop.itSpettacoli ed intrattenimento

Spettacolo, la crisi c’è ma non uguale per tutti Il Sole 24 Ore Il 2012 ha visto alcuni settori del tempo libero, come il cinema, pagare un duro prezzo alla crisi: nonostante la tenuta nell’offerta di spettacolo (+0,27%), gli ingressi sono calati…

Mentalista Darus‘s insight:

Il mio punto di osservazione, in aggiunta a questo articolo del Sole 24 che riassume macrodati ufficiali non potendo disporre di quelli relativi al settore dell’intrattenimento per privati e aziende (per esempio gli spettacoli di mentalismo e magia) è che nel 2012 vi sia stata, nel settore business, una riduzione dei budget dedicati all’animazione di feste e cene aziendali ed un incremento della domanda da parte dei privati che hanno scoperto come, ingaggiare un artista a domicilio per feste a sorpresa, serate con amici e ricorrenze speciali non è poi una cosa così astrusa.

Il 2013 invece sta vedendo la domanda di spettacoli per aziende in forte crescita, segno che la situazione economica si sta stabilizzando (forse perchè c’è stata una selezione naturale e chi è sopravvissuto è più forte).

Anche l’offerta ha subito una razionalizzazione e chi si era improvvisato showman per il settore aziendale senza averne le caratteristiche è tornato a più miti consigli.

C’è ancora un pò di fumo, nel mentalismo soprattutto, tra formatori, coach e mentalisti mitomani, ma sono convinto che presto si diraderà e non dico che faremo come highlander (ne resterà uno solo) ma comunque i professionisti affidabili in grado di fornire performance spettacolari in contesti aziendali anche internazionali torneranno ad essere dichiaratamente quelli che stanno sulle dita di un paio (?) di mani.

Intanto buon lavoro e buone serate a tutti.

http://www.darus.it/spettacoli_aziendali/

See on www.ilsole24ore.com

Trade Show Magicians – Choosing the Right Trade Show Magician

19 settembre, 2013

See on Scoop.itmentalist

Trade Show Magicians – Choosing the Right Trade Show Magician for Your Booth

Posted at 12:39 am in

A trade show magician is 1 of the best ways to attract a crowd, provide your message and create a larger ROI. In reality, trade show magicians have been about because the advent of trade show attractions – beginning with the late Eddie Tullock.

The explanation that trade show magic has been and nevertheless is a well-known trade show attraction is straightforward: most folks are fascinated with magic (or in my case, mind reading) and seldom get the chance to see it accomplished live, completed properly, and by a specialist. The words “done well” and particularly “professional” are the key. Like singing, there are several men and women who can sing a song or two – just like there are many folks who can do a magic trick or two. Even so to be capable to make your entire living from doing it is an additional matter. You have got to be truly good!

If you want to enlist the help of a trade show magician or trade show mind reader to support you generate a buzz throughout the floor, attract crowds, provide your advertising and marketing/sales messages and generate greater good quality leads, then you want to make sure that you get the very best talent to do that. Right here are 8 guidelines to hold in mind, when evaluating trade show magicians:

(follow here)

Mentalista Darus‘s insight:

Riporto qui una libera traduzione di alcuni stranci dell’articolo linkato che condivido:

..Un prestigiatore specializzato in fiere aziendali rappresenta uno dei migliori modi per attirare una folla, comunicare il proprio messaggio ed avere un  ROI maggiore..

La motivazione del perchè la magia in fiera funziona è semplice:  la maggior parte delle persone sono affascinate dalla magia (o nel mio caso dalla lettura del pensiero) e solo raramente hanno la possibilità di vederla dal vivo, correttamente realizzata, da uno specialista.

I termini “fatto bene” e in particolare “professionalmente” sono la chiave. .
…Ecco le linee guida da tenere in mente, per valutare un artista adatto ad una fiera aziendale:

Il prestigiatore/mentalista della fiera è il primo contatto che i visitatori potranno vedere al vostro stand. Egli o ella è il vostro portavoce per la durata dell’evento. Questo è il motivo per cui si desidera assicurarsi che il l’artista sia un professionista e che abbia la dovuta esperienza. ..

Guarda attentamente la Demo Video, il Sito Web e leggi le Testimonianze relative, è utile per scoprire il livello di esperienza.

Consulta anche:

http://www.darus.it/le_fiere_trade_show/ (italian version)

http://www.darus.it/en/the_fiere_trade_show/ (english version).

See on centralalcc.org

Il fondaMENTALISTA

27 giugno, 2013

 

Per ciò che faccio, per come opero, per dove e quanto mi esibisco, sono e mi reputo un mentalista. Per la precisione un fondaMentalista.

Il mentalista, per come lo vedo io, è quella figura artistica che, esibendosi in teatro, in convention aziendali o in feste ed eventi privati intrattiene e coinvolge il proprio pubblico con esperimenti e dimostrazioni legate al potere o all’uso della mente. Che poi, il successo di queste performance siano legate a doti innate, poteri soprannaturali o tecniche acquisite sta al mentalista dirlo ed evidenziarlo anche in base al genere di intrattenimento ed al personaggio che si vuole proporre.

Da un pò  invece sto vedendo in giro per il web una trasformazione antropologica da parte di chi, prima si professava “solamente” un mentalista e che invece ora per qualche motivo non si comporta più come tale. Ci sono mentalisti (o autodichiarati tali) di poco più di 20 anni che vendono sul mercato corsi di seduzione, leadership, di lettura delle microespressioni facciali, comunicazione, comunicazione ipnotica, vendita e non so più cos’altro. E’ probabile che siano persone che non hanno bisogno di dormire, così di giorno si esibiscono in spettacoli di mentalismo, di notte studiano le più svariate tecniche sociali raggiungendo risultati da far impallidire tutti i supereroi Marvel  in un colpo solo.

Ecco quindi avanzare eserciti di motivatori, life coach, PNListi, teambuilder, problem solver, public speakernegoziatori e sviluppatori del pensiero innovativo e creativo e, diciamolo, supercazzolari più simili a dei superman che a dei formatori seri.

Quel che voglio dire è che, se hanno queste nozioni è bene che provino a farle rendere economicamente, mi chiedo però perchè le dimostrazioni di competenza in questi campi vengano date attraverso effetti di mentalismo.  Vedo tanti  Gianni Golfera potenziali, dimostratore di doti mnemoniche eccezionali da acquisire attraverso i suoi corsi che lui, sembra mostrasse usando trucchi da prestigiatore e mi sorge il dubbio che si venda qualcosa di diverso da ciò che si mostra.

Quindi, caro spettatore, se cerchi un mentalista per una serata di intrattenimento, per trascorrere insieme ai tuoi ospiti/clienti/dipendenti una serata diversa fai attenzione perchè siamo in pochi. Prima di tutto accertati che chi si professa tale lo sia davvero (lo è se fa spettacolo, se fa 1000 altre cose forse è un segnale…).

Se invece cerchi  un formatore, segnalamelo, potrei indicarti un corso per scegliere il migliore. 😀

Che ne pensi?

 

Umanizzazione dello stand di una fiera

21 marzo, 2013


La partecipazione a fiere aziendali ha da sempre, con alterne fortune, un ruolo rilevante nel fatturato di un’impresa. Questo sia perchè l’investimento necessario a parteciparvi può essere una voce di costo importante (viaggi, hotel, vitto e permanenza in altre città per svariati giorni, costi per lo spazio in fiera, allestimento dello stand, personale addetto, materiale di stampa ecc) sia perchè dall’esito di questa partecipazione. spesso dipendono lo sviluppo ed il consolidamento delle strategie commerciali delle aziende stesse.

Nella mia esperienza professionale, operando anche in questi ambito, ritengo che il successo di uno stand non si basi solo sulla bontà del prodotto/servizio presentato ma, come ogni cosa, richieda un lavoro ed una confezione idonea attorno ad esso che induca i visitatori della fiera, bombardati da migliaia di messaggi diversi, a soffermarsi proprio da noi ricordando poi anche ciò che hanno visto, apprezzandolo e magari ricontattandoci.

Ecco quindi, che entra in gioco la necessità di offrire il giusto gadget, la penna, il dvd, la curiosità tecnologica. Basterà?

Secondo me no. La differenza, quando ci si trova in un contesto concorrenziale dove i prodotti si somigliano molto (e nelle fiere questo accade molto spesso)  la differenza la fanno sempre le persone, la loro capacità di emozionare ed emozionarsi soprattutto.

Da anni mi occupo e preoccupo che il mio agire, come intrattenitore/mentalista lasci un segno nelle persone ma qui non voglio dire che la magia sia l’unica via dato che di fiere ne ho viste parecchie e la fantasia non ha limite. Solo che tecnologia, gadget e regali a pioggia non bastano se non corredati da un contatto umano che sia in grado di far distinguere un’azienda ed un prodotto da un altro.

Il tutto per attirare clienti allo stand, farli stare il tempo necessario per illustrargli le proposte dello stand, scambiare i reciproci riferimenti per eventuali successivi contatti e lasciare in loro la miglior sensazione possibile dopo averci incontrato.

Per ulteriori informazioni clicca qui.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: