Archive for the ‘Spettacoli per feste’ Category

L’insolito è tra noi

28 marzo, 2017

dubbio

Talvolta al termine delle mie esibizioni, capita che alcuni ospiti, mi raggiungano per parlare di mentalismo e dei fenomeni connessi cui hanno appena assistito e mi raccontino delle esperienze esoteriche, paranormali o misteriose, vissute in prima persona che non scorderanno mai.

Anche di recente, dopo lo spettacolo realizzato in una festa a Roma, una donna ha aggiunto il suo aneddoto ai tanti che ho avuto il piacere di ascoltare nel corso del mio particolare lavoro.

Ho deciso quindi, di condividere su questo blog, qualcuna di queste storie, alcune brevi, altre più lunghe, perché, al di là della possibile spiegazione razionale che queste possano avere, le reputo interessanti dal punto di vista emozionale e del ricordo e le considero un regalo di chi ha ritenuto di volerle condividere con me e che ringrazio. Ecco il primo breve episodio:

Quando la mia bambina aveva quattro anni, mi ha chiamato:.

B:” mamma, mamma, chi è la vecchina che è seduta sul letto in camera tua?

ed io da un’altra stanza ho risposto.

M:”ma di chi parli, non c’è nessuno in casa“.

B:”come no, c’è una vecchina sul letto che mi sorride. Vieni a vedere“.

Al chè sono andata subito in camera mia raggiungendo mia figlia e non vedendo nessuno sul letto. Mia figlia però ha continuato a dirmi che lei una persona la vedeva eccome. Descrivendomela, ho capito poi che la fisionomia di questa persona corrispondeva ad una zia mancata poche ore prima che non aveva ancora avuto modo di conoscere mia figlia ma che aveva espresso tempo prima il desiderio di farlo. Evidentemente prima di partire del tutto è passata a fare la sua visita.”

Chissà se altre persone hanno vissuto qualcosa di simile…

Annunci

Spettacolo, la crisi c’è ma non uguale per tutti – Il Sole 24 Ore

24 settembre, 2013

See on Scoop.itSpettacoli ed intrattenimento

Spettacolo, la crisi c’è ma non uguale per tutti Il Sole 24 Ore Il 2012 ha visto alcuni settori del tempo libero, come il cinema, pagare un duro prezzo alla crisi: nonostante la tenuta nell’offerta di spettacolo (+0,27%), gli ingressi sono calati…

Mentalista Darus‘s insight:

Il mio punto di osservazione, in aggiunta a questo articolo del Sole 24 che riassume macrodati ufficiali non potendo disporre di quelli relativi al settore dell’intrattenimento per privati e aziende (per esempio gli spettacoli di mentalismo e magia) è che nel 2012 vi sia stata, nel settore business, una riduzione dei budget dedicati all’animazione di feste e cene aziendali ed un incremento della domanda da parte dei privati che hanno scoperto come, ingaggiare un artista a domicilio per feste a sorpresa, serate con amici e ricorrenze speciali non è poi una cosa così astrusa.

Il 2013 invece sta vedendo la domanda di spettacoli per aziende in forte crescita, segno che la situazione economica si sta stabilizzando (forse perchè c’è stata una selezione naturale e chi è sopravvissuto è più forte).

Anche l’offerta ha subito una razionalizzazione e chi si era improvvisato showman per il settore aziendale senza averne le caratteristiche è tornato a più miti consigli.

C’è ancora un pò di fumo, nel mentalismo soprattutto, tra formatori, coach e mentalisti mitomani, ma sono convinto che presto si diraderà e non dico che faremo come highlander (ne resterà uno solo) ma comunque i professionisti affidabili in grado di fornire performance spettacolari in contesti aziendali anche internazionali torneranno ad essere dichiaratamente quelli che stanno sulle dita di un paio (?) di mani.

Intanto buon lavoro e buone serate a tutti.

http://www.darus.it/spettacoli_aziendali/

See on www.ilsole24ore.com

“Paranormale o possibilità umane?” – TorinoToday

17 settembre, 2013

See on Scoop.ittelepatia

Fenomeni come la telepatia, la telecinesi, le percezioni extra sensoriali, il viaggio astrale, le premonizioni, ecc… hanno una spiegazione logica, razionale?

Mentalista Darus‘s insight:

A Torino è un pò che non vado. Mi piacerebbe tornare ad esibirmici.

Se qualcuno degli interessati all’argomento trattato dalla conferenza di cui parla l’articolo che ho linkato, la telepatia, fosse interessato, si potrebbe passare dalla teoria alla dimostrazione pratica.

Uno spettacolo di mentalismo all’ombra della Mole Antonelliana, ci starebbe tutto. Potrebbe essere una festa o un altro tipo di happening. Basta solo volerlo adeguare alla fama della città.

L’impressione è che dalla città del mistero stia proprio per giungere la chiamata. E se fossi tu a farla?

http://www.darus.it/contatti/

See on www.torinotoday.it

Mentalist turns to the dark side for his mind- blowing new stage show – Irish Mirror

26 luglio, 2013

See on Scoop.itmentalist

Irish Mirror
Mentalist turns to the dark side for his mind- blowing new stage show Irish Mirror
“It would be very easy for me to plod along and do comedy mentalism for years and years but I think people would just get bored.

Mentalista Darus‘s insight:

Il pubblico italiano ha da poco scoperto i termini “mentalista” e “mentalismo” con l’accezione “scientifica” ovvero pensando che il soggetto che così si connota operi attraverso PNL, lettura del linguaggio del corpo, microespressioni ed altre sciocchezze televisivamente amplificate.

In realtà ci sono generi diversi di mentalismo e mentalisti, tra cui mi annovero anche io. In questa sede riporto un’interessante intervista ad un collega che percorre una strada, di intrattenimento, sostanzialmente diversa da quella di cui sopra.

La regola per chi cerca un mentalista è quindi una sola: non pensate che siano tutti uguali, non aspettatevi qualcosa di scontato. Se ci sa fare, potreste condividere gli stessi pensieri di soddisfazione. Contemporaneamente.

http://www.darus.it

See on www.irishmirror.ie

Spoon-bending ‘mentalist’ announces invitation to perform at Obama inauguration

25 luglio, 2013

See on Scoop.itSpettacoli ed intrattenimento

When President Barack Obama attends his second inauguration in January, he’ll also be taking in the mystical powers of a spoon-bending, card-manipulating…

Mentalista Darus‘s insight:

Il mentalismo sta sempre più entrando nella vita delle persone e viene riconosciuto come un intrattenimento orginale e di livello e questo per ovvie ragioni mi fa gioco e piacere.

Per chi non avrà voglia di leggere tutto l’articolo originale in inglese cliccando il link qui sotto, sintetizzo che alla festa del suo inizio secondo mandato Barak Obama ha voluto alla Casa Bianca, Alain Nu, ovvero un mentalista americano molto innovativo e capace di cui l’articolo poi descrive le tappe professionali.

Come nota personale ricordo di essermi esibito per un personaggio  della musica jazz mondiale che poi settimane dopo suonò proprio alla Casa Bianca.

A questo punto mr Obama, se intercetti questo messaggio, come sai fare tu, sappi che potrei  accettare anche io di esibirmi per una tua festa in quel di Washington, non che ti apprezzi come una volta ma sempre meglio che andare da Putin a Mosca no?

Nell’attesa, mi riservo di esibirmi per gli italiani che apprezzano il mistero dell’ignoto, su e giù per il paese.

AGGIORNAMENTO: parlando con Alain Nu, ovvero il mentalista succitato, è venuto fuori che l’articolo è stato scritto dagli oppositori dell’estrema destra conservatrice americana al fine di ledere l’immagine di Barak Obama volendo sottolineare in maniera negativa come i liberali ingaggiassero dei maghi nei loro eventi, non rendendosi conto tra l’altro che, il suddetto mentalista che per l’occasione si accompagnò ad altri 25 prestigiatori, venne ingaggiato per un evento di carattere molto conservatore: la cerimonia di consegna delle medaglie d’onore ai reduci di guerra o alle loro famiglie.

See on dailycaller.com

Il fondaMENTALISTA

27 giugno, 2013

 

Per ciò che faccio, per come opero, per dove e quanto mi esibisco, sono e mi reputo un mentalista. Per la precisione un fondaMentalista.

Il mentalista, per come lo vedo io, è quella figura artistica che, esibendosi in teatro, in convention aziendali o in feste ed eventi privati intrattiene e coinvolge il proprio pubblico con esperimenti e dimostrazioni legate al potere o all’uso della mente. Che poi, il successo di queste performance siano legate a doti innate, poteri soprannaturali o tecniche acquisite sta al mentalista dirlo ed evidenziarlo anche in base al genere di intrattenimento ed al personaggio che si vuole proporre.

Da un pò  invece sto vedendo in giro per il web una trasformazione antropologica da parte di chi, prima si professava “solamente” un mentalista e che invece ora per qualche motivo non si comporta più come tale. Ci sono mentalisti (o autodichiarati tali) di poco più di 20 anni che vendono sul mercato corsi di seduzione, leadership, di lettura delle microespressioni facciali, comunicazione, comunicazione ipnotica, vendita e non so più cos’altro. E’ probabile che siano persone che non hanno bisogno di dormire, così di giorno si esibiscono in spettacoli di mentalismo, di notte studiano le più svariate tecniche sociali raggiungendo risultati da far impallidire tutti i supereroi Marvel  in un colpo solo.

Ecco quindi avanzare eserciti di motivatori, life coach, PNListi, teambuilder, problem solver, public speakernegoziatori e sviluppatori del pensiero innovativo e creativo e, diciamolo, supercazzolari più simili a dei superman che a dei formatori seri.

Quel che voglio dire è che, se hanno queste nozioni è bene che provino a farle rendere economicamente, mi chiedo però perchè le dimostrazioni di competenza in questi campi vengano date attraverso effetti di mentalismo.  Vedo tanti  Gianni Golfera potenziali, dimostratore di doti mnemoniche eccezionali da acquisire attraverso i suoi corsi che lui, sembra mostrasse usando trucchi da prestigiatore e mi sorge il dubbio che si venda qualcosa di diverso da ciò che si mostra.

Quindi, caro spettatore, se cerchi un mentalista per una serata di intrattenimento, per trascorrere insieme ai tuoi ospiti/clienti/dipendenti una serata diversa fai attenzione perchè siamo in pochi. Prima di tutto accertati che chi si professa tale lo sia davvero (lo è se fa spettacolo, se fa 1000 altre cose forse è un segnale…).

Se invece cerchi  un formatore, segnalamelo, potrei indicarti un corso per scegliere il migliore. 😀

Che ne pensi?

 

Grazie

9 gennaio, 2013

Non tutto ciò che ho fatto nel mio lavoro da mentalista è documentato e documentabile attraverso video o foto, il più rimane nel cuore e nella mente mia e di quella di chi, con me ha condiviso spettacoli, performance ed intrattenimento.

Il 2012 è stato un anno di crescita e consolidamento artistico oltre che professionale.

Con questo video voglio ringraziare chi è intervenuto alle mie serate in giro per l’Italia: Roma, Milano, Genova, Varese, Bologna, Como e tante tante altre.

Mi scuso con chi non c’è e avrebbe voluto esserci ma come si può immaginare non di tutti gli eventi ho ricevuto un riscontro video o fotografico ed ovviamente, non potendo riprendermi mentre mi esibisco (tra i miei poteri non c’è la bilocazione) diverse belle occasioni sono rimaste escluse dal video.

Comunque mi sono divertito a confezionarlo. Fammi sapere che effetto fa a te  a guardarlo. Ed ora forza 2013

Per informazioni e richiesta di preventivi:

Mentalista Darus

Spettacolo per aziende (cronaca fotografica) a Genova

26 dicembre, 2012

http://m.youtube.com/watch?feature=plpp&v=oo_C0xHmKN8

http://www.darus.it seconda parte di una serata di mentalismo per un’azienda svoltasi a Genova nel dicembre 2012.

Ps la serata di capodanno in cui pensavo di lavorare e’ stata annullata per cause indipendenti da me per cui al momento non sono impegnato.

Verba volant, foto (et mentalista) manent

6 novembre, 2012

Ingaggiato ad un evento, sorpresa di una festa, animatore di una cena, il mio obiettivo principale, come mentalista, è quello di stupire e divertire gli ospiti ma la soddisfazione vera arriva quando mi rendo conto che la serata ha generato quella, chiamiamola, “chimica” rendendo ciò che ho fatto ricordo indelebile per le persone che hanno condiviso la mia performance, di cui parlare a tanti e a lungo.

Da egocentrico reoconfesso quale sono, amo quando, in queste serate, lavorano uno o più fotografi ufficiali con il compito di immortalare i momenti salienti. Costoro contribuiscono a rafforzare e divulgare ciò che faccio dando modo a chi non c’era di conoscere e sapere, anche a distanza di anni. Alcune volte la loro fatica artistica viene condivisa con me e di questo sono grato.

Con questo post volevo ringraziare particolarmente Fabio Tempestini, fotografo davvero bravo conosciuto recentemente, per avermi inviato alcune sue bellissime foto, realizzate durante un mio spettacolo, che denotano un talento non comune nel cogliere l’energia della serata, così come David Bastianoni, professionista molto richiesto per eventi vip (anch’egli in Toscana), ma anche Daniele Carnevale (Emilia Romagna) giovane ed intraprendente professionista e tutti i fotografi incontrati e conosciuti in questi ultimi anni di lavoro e spettacolo in giro per l’Italia.

Alla loro cortesia è dovuto questo fotoracconto dedicato all’idea del mentalista per feste ed eventi.

Mentalismo per privati e socializzazione dei mentalisti

25 settembre, 2012

Periodo intenso quello conclusosi ieri che solo ora mi lascia il tempo di ricapitolare alcune cose fatte. In questi giorni ho girato un pò il Veneto, l‘Emilia Romagna e la Lombardia per alcuni eventi privati.

In particolare sono molto soddisfatto delle serate di Verona, Bologna, Milano e Rimini dove, vuoi al compleanno dell’imprenditore di successo, vuoi al matrimonio del vip previsto da tempo, vuoi alla festa privata a sorpresa di persone comuni, ho trovato ambienti molto aperti e ricettivi confermandomi (ma lo sapevo già) che il mentalismo, come spettacolo da pedana o a stretto contatto con gli spettatori. è decisamente un ottimo viatico per entrare in ogni situazione, scoprire impensabili affinità ed intrattenere ogni sorta di platea.

Spero di poter presto pubblicare qualche foto degli eventi suddetti visto che di fotografi ve ne erano diversi.

Ed a proposito di foto, ma soprattutto di mentalisti, nei giorni scorsi ho partecipato, con una mia conferenza, anche al primo convegno di mentalismo che si sia mai realizzato in Italia. Non sono uso insegnare (come performer, quell che so l’ho imparato con anni di sacrifici, errori e fatica) ma devo dire che l’esperienza è stata decisamente positiva, potendo incontrare e confrontarmi con diversi colleghi in un’atmosfera molto rilassata e priva di gelosie e tensioni (eppure operiamo pur sempre nello stesso mercato).

C’eravano tutti (o quasi) i mentalisti più in voga del momento (nonchè appassionati, studiosi, scrittori, dilettanti e non) ed è stato fantastico condividere le proprie esperienze professionali.

Se un giorno vedrete in giro qualche show realizzato con la presenza dei più importanti mentalisti italiani molto probabilmente sarà stato una conseguenza di questo importante incontro avvenuto nel settembre 2012.

Per info e prenotazioni clicca sul logo:

                                           

Estate….(con il mentalista ecc ecc)

6 luglio, 2012

Non mi sono trattenuto dal fare uno di quegli scontatissimi giochi di parole con E-state qualcosa.… che’ se ne vedono da tutte le parti.

Effettivamente il tempo per provare ad essere originale sul blog in questo periodo proprio mi manca perche’ sono davvero (e per fortuna) oberato di impegni.

Questo sara’ quindi un post, brevissimo in cui raccomando a chi cerca un mentalista o un prestigiatore di farsi sentire per tempo e non all’ultimo minuto per feste, eventi, convention e cose del genere. Dirvi di no, mi fa male anche fisicamente ma non posso essere onnipresente per cui chi prima arriva…

ps vi lascio con un video che risponde ad una domanda che leggerete nel video stesso.

Ciaoooooo

Spettacoli in inglese per convention ed eventi privati

4 giugno, 2012

Uno dei mantra presenti nella vita di tutti ed ancor di più nell’ambito aziendale è che non si finisce mai di imparare e che il tempo occupato meglio lavorativamente, è quello speso nella formazione di se stessi. Se questo è vero per un manager o un dirigente d’azienda è assolutamente un DOVERE per chi, come me, si occupa di fornire intrattenimento magico per eventi aziendali o privati.

Se mi fossi fermato a ciò che sapevo fare anni fa, oggi non sarei così soddisfatto ed appagato da ciò che faccio, un mentalismo al passo con i tempi ed i gusti degli spettatori (oltre che con i miei) ;

Se non avessi accettato nuove sfide, non mi sarei esibito in splendide ed inaccessibili location in giro per l’Italia;

Se non avessi continuato a formarmi oltre che nel campo magico anche in quello culturale non sarei stato in grado di presentare, come invece faccio spesso, i miei spettacoli ad un pubblico straniero, proponendolo in inglese quando richiesto.

E’ sempre più frequente infatti che in Italia si ricerchino artisti e spettacoli adatti a stranieri desiderosi di stupirsi e divertirsi. Le richieste sono per convention internazionali, per matrimoni, in cui uno dei coniugi è straniero e di conseguenza metà degli ospiti lo stesso o percomitive abbienti di turisti che si trovano in Italia e vogliono festeggiare un compleanno o un anniversario e si fanno cercare dall’hotel in cui sono in villeggiatura, l’artista adatto.

Nella mia esperienza, gli stranieri che assistono ad uno spettacolo qualitativamente adatto a loro, dimostrano sempre e palesemente un apprezzamento molto evidente. Sarà che sono in trasferta, sarà che magari hanno ascoltato e fatto discorsi noiosi tutto il giorno, ma quando si trovano a vivere direttamente la magia, allora è come se impazzissero e ne richiedono ancora. E’ per questo che mi piace esibirmi in inglese.

Ho avuto spettatori giapponesi, americani, russi, ucraini, sauditi, senegalesi, inglesi e di tante altre nazionalità. Sempre la condivisione di un esperimento mentale, la telepatia di un pensiero o anche solo la trasformazione di un oggetto in un altro davanti agli occhi li ha fatti saltare dalla sedia e lasciando in loro (ed in me) un ricordo positivo della serata.

Se hai necessità di uno spettacolo o di un intrattenimento per degli ospiti non italiani, clicca sul banner:

Gli anniversari, le feste, le sorprese

17 maggio, 2012

 

Realizzare un spettacolo in un matrimonio o intrattenere gli ospiti di una festa di compleanno è ogni volta un’esperienza rigenerante.

La gente ha voglia di ridere e divertirsi così come ama essere sorpresa, potersi stupire di qualcosa in una realtà tutti i giorni più cinica e disillusa. Se riesci a fare questo vieni apprezzato e ringraziato a più non posso.

Ecco perchè poi in questi eventi ho l’occasione per conoscere, scherzare, divertirmi davvero, anche se sto lavorando e questo, ovviamente mi ricorda della fortuna che ho nel fare ciò che amo, ovvero il mentalista ed il prestigiatore.

Sempre più spesso sono gli anniverari ad essere festeggiati, con party, coctail, riunioni di tanti amici e parenti,  quasi a significare, che una tappa è stata raggiunta malgrado tutto, e di questi tempi è un merito che va celebrato perchè non è da tutti e non è scontato esserci arrivati. Questo sentimento di soddisfazione si sente, si percepisce. E’ spesso contaggioso. Per fortuna. Mia e degli invitati. 🙂

Ti lascio con un video (fotoracconto) di qualche evento che spero ti piaccia.  Se non ci vediamo di persona alla tua festa, ti aspetto comunque di nuovo qui.

(Per info e contatti www.darus.it)

 

Benvenuti al nord

26 marzo, 2012

In concomitanza con il ritorno del bel tempo, si torna a lavorare nel nord Italia con maggiore piacere di guidare, potendo togliere dall’auto quelle catene che per legge mi porto dietro ma che temo avrei difficoltà a montare qualora mi trovassi nella situazione di doverlo proprio fare.:-)

Vogliamo mettere la bellezza di Milano, Bologna, Venezia ma anche giù Roma o Perugia con il sole? Non c’è paragone. Almeno io le preferisco.

Nei prossimi giorni sarò a Padova per un evento privato. Mi hanno poi parlato di Ferrara, ma ancora non sono in grado di confermare. Insomma qualcosa si muove.

In tv, a Canale 5, sta andando bene un giovane collega, partito da Italian’s got Talent, che per la tv, effettivamente sembra proprio tagliato. Spero aiuti a superare la timidezza da parte di qualcuno, restio ad ingaggiare qualcuno, mago, mentalista, prestigiatore in grado di allietare la serata e renderla diversa dal solito.

Vi dò una notizia. Si può fare. E’ normale, qualcuno già lo fa e può essere molto bello.

Intanto le convention aziendali…

Per saperne di più clicca sull’omino che mi sta chiamando:

Una festa sul filo del rasoio

31 gennaio, 2012

Qualche giorno fa, ho vissuto una di quelle esperienze professionali che per un soffio poteva restare come un ricordo amaro da mentalista ma che, invece si è tramutato in un bell’evento dove conoscere persone con una, sempre gradita, raccolta di plausi e consensi.

L’occasione è stata la festa a sorpresa per il compleanno di un imprenditore di successo, a Milano.  Con moglie e collaboratrice del “festeggiando”, concordando il programma della serata, avevamo individuato in due interventi fruibili da tutta la sala  la formula migliore per intrattenere gli ospiti (circa 200 persone in piedi durante un cocktail).

Pronto per la serata di gala, assisto all’arrivo del festeggiato e dei suoi amici, tutti estremamente eleganti in una location di prestigio molto ampia ed esclusiva. Luci soffuse e musica in sottofondo. Tra i presenti anche qualche volto noto dello show-business.  Cerco di rimanere in disparte per evitare che il festeggiato venga a chiedere conto della mia presenza prima del tempo, non potendomi annoverare tra le sue conoscenze.

Arrivati al momento concordato, parto con il mio intervento. L’idea era quella di proporre un quarto d’ora di esperimenti di telepatia e poi a fine serata integrare con altre dimostrazioni di mentalismo, sempre nella formula dello spettacolo su pedana.  A metà del numero è però evidente che qualcosa non fila come deve. In sala c’è molto brusio e malgrado sia microfonato non è facile seguire quello che propongo. Molti si distraggono.

Terminata l’esibizione mi viene fatto presente che forse non è il caso di programmare il secondo intervento, dato che effettivamente le condizioni della location, vuoi per il tipo di illuminazione, vuoi per la forma della sala, non permette di godersi appieno quanto andavo mostrando. Mi si invita quindi a ritenere concluso il mio impegno e a godermi la festa.

Ovviamente una simile conclusione non mi avrebbe per nulla soddisfatto. Decido quindi di gettarmi nella mischia entrando in  contatto diretto con i capannelli di persone che si erano creati per provare a realizzare degli esperimenti con il loro coinvolgimento personale (micromagia).

E’ stata la chiave di volta. Dopo 10 minuti che avevo iniziato ad intrattenere alcuni ospiti, ho cominciato ad avere richieste da tutti gli altri che, avendo sentito ridere, gridare e dimenarsi volevano partecipare assolutamente a qualche esperimento.

E’ finita che gli organizzatori mi hanno chiesto di presentare qualcosa a diverse persone, ai proprietari della location e a chiunque capitasse a tiro che non fosse già stato precedentemente coinvolto.

La festa è finita con piena soddisfazione mia ma soprattutto, che è la cosa importante, del cliente, del festeggiato e dei suoi ospiti.

Ma non ho raccontato quest’aneddoto per incensarmi quanto perchè la serata mi ha ricordato la dinamica di una partita di calcio in cui le variabili sul risultato finale sono state tante, dal cambio di modulo di gioco, al gol sulla linea di porta, all’incremento del vantaggio conseguito in zona cesarini. Ricordandomi che il pallone rotondo e degli ostacoli possono sempre emergere.

Fuor di metafora, è stata una serata con segno positivo ma perchè alle spalle c’era l’esperienza di tanti spettacoli per eventi, la determinazione a far bene comunque ed il desiderio di lasciare ai propri clienti sempre il massimo della soddisfazione modificando sul campo la tipologia di intrattenimento da proporre ai presenti. Spero a giorni di poter pubblicare anche un estratto della documentazione fotografica dell’evento.

PUOI INGAGGIARE DARUS IN TUTTA ITALIA. CONTATTALO SU:

– ) WWW.DARUS.IT

-) http://www.youtube.com

-) DARUS IL MAGO SU FACEBOOK

-) L’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Cosa possono rivelare i commenti allo spettacolo

22 ottobre, 2011

Ieri sera ho proposto il mio spettacolo di magia  e mentalismo ad un gruppo di persone che non vi aveva mai assistito. In una situazione abbastanza intima e d’atmosfera.

E’ stata anche l’occasione per rinnovare la mia galleria fotografica di foto in scena avendo coinvolto appositamente un professionista per cui aspettatevi nei prossimi giorni qualche interessante (spero) nuovo scatto.

Tornando allo spettacolo, mi sono molto divertito a raccogliere i commenti dei presenti dopo l’esibizione ed uno di quelli che mi ha colpito  è stato: “non avrei mai pensato che si potesse fare un’ora di magia e che questa potesse essere così divertente e magica. Sono davvero stupito“.

In questa espressione c’è un mondo. Tantissime persone non conoscono cosa sia davvero la magia, cosa potrebbe essere in grado di fare un mago o un prestigiatore. Sottovalutano il genere o non lo associano ad un intrattenimento per adulti. Ovviamente sbagliano. Per quel che mi riguarda lo è, pressocchè esclusivamente.

Sono contento di aver dato modo al pubblico di ieri, di ricredersi e di poter riflettere sulle misteriose capacità della mente umana.

E voi che idea avete della magia e del mentalismo in particolare? Se vi va, fatemelo sapere.

Stasera lo chiederò ai miei ospiti della festa ad Isernia.

DARUS SI ESIBISCE IN TUTTA ITALIA. PER INFO E CONTATTI:

– ) WWW.DARUS.IT

-) DARUS IL MAGO SU FACEBOOK

-) L’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Una serata fiorentina tra esperimenti e letture del pensiero

16 maggio, 2011

L’altra sera dopo tanto vagare nel nord Italia,sono stato lieto di esibirmi nuovamente a Firenze. Davanti ad una piccola platea di invitati in una sala allestita per l’occasione che già in partenza disponeva ad una atmosfera improntata al mistero ho proposto alcune parti del mio spettacolo.

Erano presenti amici che da tempo non incontravo, clienti con cui mantengo un rapporto di stima ed amicizia, futuri sposi venuti a vedermi prima di decidere se farlo nuovamente al proprio matrimonio (e lo faranno), un‘organizzatrice di eventi conosciuta per l’occasione ed un pò di persone incontrate per la prima volta con cui ho potuto chiaccherare dopo lo spettacolo.

Il feedback mi è sembrato positivo. La serata è stata un’occasione anche per testare dei nuovi esperimenti mentali. Mi pare questi abbiano retto l’impatto del pubblico ma, come ogni nuova proposta, verranno limati e migliorati alla luce della prova sul pubblico, dato che il materiale proposto per me era comunque un pò acerbo.

Misurarmi per piu’ di un’ora intrattenendo con esperimenti e dimostrazioni mentali davanti ad un pubblico pagante è sempre una sfida ed ascoltare i commenti del dopo, sicuramente istruttivo. Qualcuno mi ha scritto in privato, altri hanno commentato la sera stessa, altri ancora mi auguro avranno occasione di farlo su questo blog.Comunque ogni voce un contributo.

Spero ci sia presto l’occasione di riproporre una serata di mentalismo con la medesima formula ed ovviamente sono ben accolte le prenotazioni a futura memoria, ovvero se vorrete essere invitati fatemelo sapere.

Tra non tantissimo tempo, pubblicherò qualche video dell’evento.

PER INGAGGI IN TUTTA ITALIA  E PER CONTATTARE DARUS PUOI VISITARE:

– ) WWW.DARUS.IT

-) DARUS IL MAGO SU FACEBOOK

-) L’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Magia nel design, magia nella vita

31 marzo, 2011

Dite la verità, siete attratti dalla candela sospesa?

Coloro che affermano che la magia è o dovrebbe essere parte integrante della vita dell’uomo non sbagliano. Direi che la magia, il mistero ma anche l’illusione fanno si che l’essere umano possa sognare, stupirsi, meditare, aver paura, divertirsi, sperare e cercare di evolversi per capire qualcosa di più (anche se per ogni gradino scalato sembra venirne fuori subito un altro di pari mistero).

Nelle varie feste ed occasioni mondane in cui mi è capitato di operare ho avuto occasione di incontrare dei grandi scettici, dei dubbiosi nonchè, diciamolo anche dei gran creduloni (su cui, facendo intrattenimento magico, provo anche i miei esperimenti più arditi). La maggioranza comunque, chi prima chi dopo, si lascia sempre sedurre dall’ignoto e dalla magia, provocando una reazione personale.

Quel che voglio dire è che, difficilmente trovarsi coinvolti in un esperimento magico da un prestigiatore, da un mentalista o semplicemente un mago che sa cosa sta facendo, lascia indifferenti. Personalmente cerco sempre di arrivare all’animo del mio spettatore. Quando ci riesco, rimane un ricordo indelebile dell’esperienza vissuta.

Una alta considerazione della magia forse la avevano anche i designer che hanno inventato la candela incantata(in realtà una lampada) che vedete nella foto:  “una candela che resta sospesa in aria quasi per magia e che cattura inesorabilmente gli sguardi col suo effetto trompe d’oeil. Quasi quasi…tra l’altro sai che impatto la micromagia a quel tavolo. 🙂

PRIMA DI ANDARTENE E LASCIARE UN COMMENTO PUOI VISITARE:

– ) WWW.DARUS.IT

-) DARUS IL MAGO SU FACEBOOK

-) L’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Spettacolo a Verona – qualche riflessione

22 marzo, 2011

Nel week end ho avuto onore ed onere d’intrattenere gli ospiti per la festa di compleanno di un affermato imprenditore di Verona che, insieme ai suoi più cari amici e a qualche collaboratore aziendale, ha festeggiato 50 anni in un noto locale a due passi dall’Arena.

Circa 100 persone, musica dal vivo, piu’ sale in cui erano dislocati gli ospiti per la cena, la principale della quale lunga e stretta rispetto al palco. Non l’ideale condizione di lavoro per uno spettacolo di magia su pedana dal punto di vista della visibilità per i presenti ed una maggiore difficoltà nel catturare l’attenzione di tutti.

Come ogni prestigiatore professionista sa, in questi casi è necessario fare buon viso a cattivo gioco e cercare di soddisfare al meglio il proprio cliente esibendosi per lui ed i suoi ospiti come si lavorasse al Sistina di Roma. E così ho fatto.

Malgrado all’inizio ci fosse chi proprio non ne voleva sapere di spostarsi dal chiaccherare davanti al palco mentre iniziavo l’esibizione, dopo qualche falsa partenza, è scoccata la scintilla e tutti hanno cominciato a farsi coinvolgere dalla magia.

Ho proseguito, come da programma, con vari interventi di micromagia ai tavoli proponendo, secondo chi mi trovavo di fronte ed al suo modo di porsi, qualcosa di magicamente adeguato. La magia ai tavoli quando c’è confusione ed una platea disposta così irregolarmente è la panacea.

Mi sono quindi relazionato con persone molto curiose e solari che si divertivano e stupivano amabilmente ma anche con qualcuno che mi voleva usare per mettersi in mostra davanti agli altri per fare lo spiritoso. Succede. Ed è giusto che anche “costoro” abbiano il loro momento di gloria per cui mi adeguo e di solito li assecondo sotto le luci della ribalta in modo da soddisfarli per poi fare ciò che devo.

Dopo aver assolto alle richieste private (capita che qualcuno si avvicini e ti chieda di mostrargli qualcosa di ancora piu’ esclusivo e magari personale oltre che magico ovviamente) è arrivato il finale dello spettacolo. Poi tutti a casa.

Non è stata una serata facile, ho sudato per far quadrare il cerchio ed è stato importante ricevere un buon feedback dal cliente e dai suoi amici. Sicuramente un’esperienza di cui fare tesoro. Per quanto uno giri e lavori nelle situazioni più diverse, c’è sempre da imparare e sempre da migliorare.

Purtroppo prima dello spettacolo pioveva e non ho avuto modo di fare grandi giri ma mi auguro di tornare a breve a Verona che trovo città molto gradevole.

PRIMA DI ANDARTENE.

– LASCIA UN COMMENTO

– VAI SU WWW.DARUS.IT

– VAI IN HOME PAGE.

Un altro Carnevale è possibile!!!

14 febbraio, 2011

Sicuramente ad alcuni verrà facile la battuta che questo paese è un’eterna farsa, un eterno carnevale dove bisognerebbe cominciare a fare sul serio, ma per una miriade di ragioni di questo non è lecito parlare su questo blog,  il cui filo conduttore è dato dallo spettacolo, l’intrattenimento, le feste, la magia (oddio, riguardando gli ultimi termini potrei quasi parlare di politica, ma resisterò).

Torniamo al Carnevale, alla manifestazione laica, civile e commerciale di questa ricorrenza, al fatto che ogni anno fioriscano nelle città, iniziative, eventi e manifestazioni di ogni genere. Esistono i grandi eventi come il Carnevale di Venezia, Viareggio o l’ambrosiano di Milano e mille altri rivoli meno visibili ma ugualmente intriganti.

Le feste di Carnevale non sono solo appannaggio dei più piccoli ed un peso o una tortura per gli adulti, sebbene buona parte delle occasioni di festeggiamento siano concepite in quest’ottica.

Un’altro Carnevale è possible!!! Conosco, frequento e lavoro con artisti e prestigiatori che si esibiscono, come me, per un pubblico prevalentemente di adulti tutto l’anno, anche durante il periodo di Carnevale. Cosa c”è di più adatto in una festa mascherata che trovarsi al cospetto di un moderno Mandrake? Un uomo, un mago, un prestigiatore che, al di là del suo abbigliamento e del suo travestimento, mascheri e deformi la realtà, facendo apparire l’impossibile come possibile.  Almeno per la durata della festa. Poi si tornerà alla realtà.

PER MAGGIORI INFORMAZIONI VISITA IL SITO WWW.DARUS.IT E SE VUOI LASCIA UN COMMENTO A QUESTO POST.

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: