Posts Tagged ‘cachet prestigiatore’

Quanto costa (la vita d’artista)?

30 novembre, 2011

Giorni fa, mi sono imbattuto in un post su facebook che non ho potuto non condividere riconoscendovi anche le problematiche del mio lavoro di Mago Mentalista.

Oggi lo riporto qui, dedicandolo a tutti i mancati clienti passati e futuri, sperando siano sempre meno dei clienti effettivi e ripensando agli imprevisti avuti nella carriera, alle ruote forate e cambiate in autostrada vicino Bologna o nelle valli bresciane mentre andavo o tornavo da uno spettacolo.

Agli ingaggi saltati all’ultimo momento senza motivazione quando già avevi rinunciato ad altro, agli spettacoli non pagati dopo che avevi anche speso e a quelli realizzati pur essendo malato riuscendo a non farlo notare.

Penso alle volte che mi sono cambiato nello sgabuzzino di una villa a Roma o nella toilette di un ristorante a Milano e a quelle in cui ho dormito, in albergo, lontano da casa, dopo una serata. Alle parole dette e a tutte quelle ascoltate.

Condivido ciò che segue, avendo il privilegio di conoscere e vivere la parte bella della medaglia, le soddisfazioni, l’energia, la sorpresa ed la gioia negli occhi degli altri e pur sapendo che poi, esiste chi si svende per un piatto di lenticchie, ma  che per fortuna si riconosce anche dalla non eccelsa qualità di quello che offre:

“Se ti stai chiedendo perché un Artista chiede quella cifra per una performance, una classe, uno stage, ecc:

noi non abbiamo le vacanze pagate, non abbiamo giorni di malattia pagati, non prendiamo dei bonus per lavori extra e nemmeno per Natale. Non abbiamo nessun tipo di assicurazione e non abbiamo i requisiti per la disoccupazione.

Sacrifichiamo le nostre famiglie nei giorni speciali per portare felicità agli altri. Lo stare poco bene o cose personali non sono delle scuse che giustificano una brutta performance. La prossima volta che te lo chiedi, ricorda che gli artisti sono tali grazie all’amore che hanno per la loro arte, ma quell amore non paga le bollette.”Autore ignoto.

DARUS IL MAGO SI ESIBISCE IN TUTTA ITALIA. CONTATTALO SU:

– ) Mentalista Darus website

-) Mentalista Darus su Facebook

-) L’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Annunci

Quello che non vorreste

1 settembre, 2009

-Per contatti e preventivi: spettacoli@darus.it

Nell’organizzare una festa, un evento, un matrimonio o un meeting aziendale si deve selezionare l’intrattenimento e il rischio di incorrere in una fregatura, buttando via soldi, c’e’ sempre.

Quello che può succedere, sia che ci si trovi a Roma, Milano o a Canicattì, è che l’intrattenitore, il mago, il cabarettista non piaccia, non sia sulla lunghezza d’onda necessaria alla serata o che l’organizzazione non abbia tenuto conto delle  sue esigenze e che quindi il suo lavoro risulti poco valorizzato.

Fermo restando che una serata no, può davvero capitare a tutti, è chiaro che per non fallire nella scelta dell’intrattenimento, bisogna prendere delle precauzioni, verificare se l’artista ha delle buone referenze,  un portfolio clienti abbastanza nutrito, un cachet degno di questo nome (chi si fa pagare troppo poco, pensa di valere poco ed il più delle volte è vero) e qualora fosse possibile, magari anche incontrarlo prima (ma non sempre questo è agevole se l’artista lavora in tutta Italia, non potrà spostarsi prima solo per incontrare il cliente).

Dall’altra parte, per un prestigiatore per esempio, è importante sapere in che contesto lavorerà, se sarà atteso o proposto come sorpresa, se dovrà fare micromagia o scena e via dicendo.

Una buona combinazione di questi elementi porta a scegliere l’artista più adatto e a evitare figure barbine con i propri ospiti, clienti o colleghi di lavoro.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA

ALL’HOME PAGE DI QUESTO BLOG


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: