Posts Tagged ‘mago prestigiatore’

Quanto costa (la vita d’artista)?

30 novembre, 2011

Giorni fa, mi sono imbattuto in un post su facebook che non ho potuto non condividere riconoscendovi anche le problematiche del mio lavoro di Mago Mentalista.

Oggi lo riporto qui, dedicandolo a tutti i mancati clienti passati e futuri, sperando siano sempre meno dei clienti effettivi e ripensando agli imprevisti avuti nella carriera, alle ruote forate e cambiate in autostrada vicino Bologna o nelle valli bresciane mentre andavo o tornavo da uno spettacolo.

Agli ingaggi saltati all’ultimo momento senza motivazione quando già avevi rinunciato ad altro, agli spettacoli non pagati dopo che avevi anche speso e a quelli realizzati pur essendo malato riuscendo a non farlo notare.

Penso alle volte che mi sono cambiato nello sgabuzzino di una villa a Roma o nella toilette di un ristorante a Milano e a quelle in cui ho dormito, in albergo, lontano da casa, dopo una serata. Alle parole dette e a tutte quelle ascoltate.

Condivido ciò che segue, avendo il privilegio di conoscere e vivere la parte bella della medaglia, le soddisfazioni, l’energia, la sorpresa ed la gioia negli occhi degli altri e pur sapendo che poi, esiste chi si svende per un piatto di lenticchie, ma  che per fortuna si riconosce anche dalla non eccelsa qualità di quello che offre:

“Se ti stai chiedendo perché un Artista chiede quella cifra per una performance, una classe, uno stage, ecc:

noi non abbiamo le vacanze pagate, non abbiamo giorni di malattia pagati, non prendiamo dei bonus per lavori extra e nemmeno per Natale. Non abbiamo nessun tipo di assicurazione e non abbiamo i requisiti per la disoccupazione.

Sacrifichiamo le nostre famiglie nei giorni speciali per portare felicità agli altri. Lo stare poco bene o cose personali non sono delle scuse che giustificano una brutta performance. La prossima volta che te lo chiedi, ricorda che gli artisti sono tali grazie all’amore che hanno per la loro arte, ma quell amore non paga le bollette.”Autore ignoto.

DARUS IL MAGO SI ESIBISCE IN TUTTA ITALIA. CONTATTALO SU:

– ) Mentalista Darus website

-) Mentalista Darus su Facebook

-) L’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Annunci

Magiche Dolomiti

4 agosto, 2010

Se c’è una località turistica italiana cui viene associata la parola magia, questa è rappresentata dalle Dolomiti:

sulle Dolomiti, sono magiche, per ammissione di tutte le guide che ne parlano, le escursioni, le passeggiate, il paesaggio, gli spostamenti in bicicletta, le tradizioni culinarie, gli spostamenti in modo e tanto tantissimo altro ancora cui aggiungerei anche alcuni spettacoli.

Nei prossimi giorni avrò infatti l’onore di inserirmi in questa magia, con il mio spettacolo e con il mistero degli esperimenti che propongo. Il 18 agosto 2010, in una serata organizzata dal Consorzio Turistico,  mi esibirò nel centro congressi di Arabba(BL) frazione del comune di Livinallongo del Col di Lana ai piedi del Passo Pordoi. Ingresso ad offerta libera ed inzio spettacolo alle ore 21. Vi aspetto.

Come riporta Wikipedia: “Del passato più antico di Arabba si sa poco o niente (le prime notizie riguardano la chiesa, della metà del Seicento), a parte alcune leggende che ricordano un evento catastrofico (una pestilenza o un’alluvione) che ne decimo la popolazione. C’è evidentemente un fondo di verità: il toponimo stesso, Rèba in ladino, deriverebbe da roiba, cioè “frana”, o da rebia, ossia “valanga” o “torrente che straripa”. Esiste pure una località ai piedi del Col Burz chiamata Chiesa Vecchia, forse perché qui sorgeva l’antico insediamento.”

Insomma una storia misteriosa, in un contesto magico, ben si adattano ad un mago e prestigiatore e ad un pubblico che quella sera ami essere stupito e concorrere a realizzare dei miracoli magici.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA AL RESTO DEL BLOG PARTENDO DALL’HOME PAGE E/O LASCIA UN TUO COMMENTO


Matrimonio spettacolo matrimonio divertente

7 ottobre, 2008

(Per richiedere un preventivo per un matrimonio consultare il sito e/o scrivere a spettacoli@darus.it)

Così si preannucia essere il matrimonio cui parteciperò come intrattenitore e mago venerdì 11 ottobre a Milano e spero davvero che lo sarà.

Gli sposi hanno deciso di regalare ai propri amici ed ospiti, tantissime sorprese nella forma di diversi intrattenimenti e mi hanno chiesto di aiutarli a scegliere gli artisti più adatti.

Chi volesse il mio aiuto può contattarmi a spettacoli@darus.it o al cell. 349 6943662.

Ecco quindi, che saranno presenti un ottimo caricaturista, un cabarettista d’eccezione, ben due gruppi musicali (ma di questo non sono stato io ad occuparmene) ed un mago prestigiatore specializzato negli spettacoli per matrimoni, sia ai tavoli (micromagia) che con numeri da scena (chi sarà mai costui?).

La sfida è stata quella di programmare i vari intrattenimenti senza appesantire la giornata e senza togliere spazio agli sposi che però ci tenevano a far divertire i propri conoscenti, a sorprenderli e a fargli passare una giornata diversa pur nell’ambito di una festa di matrimonio.

Vediamo che verrà fuori.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA

ALL’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Feste e cabaret, cachet e informazioni

28 agosto, 2008

Per prenotazioni ed informazioni sugli spettacoli: spettacoli@darus.it, cell. 349 6943662.

Mi sono imbattuto in questi giorni in due richieste di informazioni particolari una delle quali mi ricordava una scena di un film di Totò:

– qualcuno mi ha scritto per avere disponibilità ad effettuare un mio spettacolo in una festa privata a Roma, mi si chiedeva cosa facevo, per quanto tempo, in che termini e con quale cachet.

Approfondendo ho scoperto che chi mi aveva scritto, in realtà, era uno pseudo mago che cercava di carpire informazioni su colleghi o, da lui, presunti tali.

In pratica questo tipo, propone intrattenimento per feste private a Roma e non avrebbe disdegnato sapere cosa un altro mago prestigiatore propone per gli eventi per i quali viene ingaggiato e con quale approccio.

La sua tecnica investigativa però è stata alquanto maldestra: ha inoltrato la sua richiesta anche a colleghi con cui sono in costante contatto e con cui mi confronto giornalmente, poi è stato molto vago sulle date…infine cercando il suo nome su Google appare chiaro che il tizio si occupa di intrattenimento, non di qualità ma sempre intrattenimento.

Gli ho quindi mandato un’email in cui gli consigliavo di rivolgersi ad un mago trasformista e a telefonare ad un numero di cellulare (che poi era il suo). Ovviamente non l’ho più sentito. 🙂

– di tutt’altro tenore la richiesta di un cabarettista che lavora in Lombardia. Con lungimiranza si è informato su cachet e mia disponibilità a partecipare a serate di piazza qualora fosse richiesta la presenza di un prestigiatore illusionista oltre alla sua di comico cabarettista. In cambio mi ha fornito le sue di informazioni ed è nata una simpatia reciproca.

Ci siamo annusati e forse ci siamo anche piaciuti. Se capiterà l’occasione, collaboreremo. Vedremo più avanti.

Credo che tra le due il cabarettista naturale sia però il primo.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA

ALL’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Troppi maghi nel magaio

1 aprile, 2008

Maghi come galli

E’ incredibile come in un microcosmo come quello dei maghi italiani, dove le punte di eccellenza sono pochissime, i prestigiatori professionisti una rarità, gli artisti conosciuti a livello nazionale sono gli stessi di 30 anni fa (Silvan, Tony Binarelli ed Alexander), più alcuni maghi che si sono dedicati al cabaret (Raul Cremona e il mago Forest) e qualche personaggio reso famoso per quel che fa male piuttosto che per quello che fa (il mago Casanova) ci sia un tasso di litigiosità da far impallidire 20 galli in uno stesso piccolissimo pollaio .

Dico ciò essendo parte attiva di varie comunità magiche che si incontrano e dialogano su internet. In questi giorni, in questi contesti,  è stata sviscerata, in ogni sua declinazione, l’esibizione di un giovane (coetaneo credo) collega prestigiatore esibitosi in un circuito televisivo nazionale con un mazzo di carte ed una dimostrazione di gambling (ovvero quando un mago si comporta come un baro e riesce malgrado miscugli e maneggi apparentemente disordinati ad avere le carte che vuole dove vuole).

Se ne sono dette di tutti i colori, il protagonista è intervenuto perchè si riteneva offeso dalle critiche avute e per tutta risposta si è esaltato all’inverosimile paragonandosi ai più grandi del suo genere.

E’ seguita una valanga di commenti da parte di tutti coloro che fanno esibizioni simili, da parte degli amici più stretti, poi dei nemici, dei compaesani, chi ha portato testimonianze, chi ha esibito curriculum, altri hanno sparato a palle incatenate.

Ritengo che quell’esibizione fosse buona anche e soprattutto per la presenza di spirito del collega prestigiatore ma sono un pò stupito di quanta aggressività ci sia nell’ambiente magico.

Insomma, se come si dice il teatro deve nascere necessariamente dal conflitto allora consiglio ai registi italiani di documentarsi su questo mondo perchè avranno materiale a josa.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA

ALL’HOME PAGE DI QUESTO BLOG


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: