Posts Tagged ‘supermagic’

Tutto esaurito per “The Illusionists”: numeri di magia classica, suspance, effetti speciali e comicità

18 novembre, 2013

See on Scoop.itSpettacoli ed intrattenimento

E’ all’insegna dei giochi di prestigio più classici eseguiti con grande maestria che ha debuttato ieri in esclusiva per l’Italia al teatro “Rossetti” di Trieste “The Illusionists- witness the impossible”, spettacolo di magia con tanto di giochi pirotecnici in cui sette tra i migliori maghi del mondo si sono sfidati sul palcoscenico.

Mentalista Darus‘s insight:

E come annunciato tempo fa, questa mega produzione americana, che sta girando il mondo, si è fermata anche in Italia, per qualche giorno registrando il tutto esaurito.

Se i produttori italiani si convincessero delle  potenzialità della magia, io dico anche del mentalismo, in termini commerciali forse potremmo fare un passo avanti in campo artistico.

Al momento sembra succedere costantemente quanto segue:  i produttori teatrali tutti, sanno, sono convinti e ti spiegano che no, la magia in Italia nei teatri non funziona, non riempie i teatri, non rende ed è una cosa superata. Vuoi mettere la differenza con un teatro fatto da attori presi dalle fiction di Mediaset?

Poi arriva qualcuno che questo dogma non lo conosce e batte tutti i record di incasso. Da Arturo Brachetti, passando per Supermagic ed arrivando a The Illusionist.

Chissà se prima o poi si capirà.

See on www.triesteallnews.it

Annunci

La grande magia di Canale 5 – la recensione

12 gennaio, 2013

La grande magia

Ieri, 11 gennaio 2013, Canale 5 ha trasmesso la prima puntata delle quattro previste, del programma e concorso internazionale di illusionismo denominato  “The illusionist” «La grande magia».
Era una trasmissione molto attesa dal mondo magico italiano, che aveva scaturito nell’ambiente molte curiosita’ e commenti gia’ ai tempi della sua registrazione diversi mesi fa poiche’ di diretta derivazione della stessa organizzazione (Master of Magic)  che da alcuni anni detiene, essendoselo conquistato meritoriamente sul campo, lo scettro dei principali eventi magici creati per i maghi in Italia, come il congresso di Saint Vincent e nel 2015 la gestione della Fism a Rimini, ovvero il campionato mondiale dei prestigiatori. Onore mai avuto prima d’ora dal nostro paese.
Inquadrato il contesto vengo a parlare di ciò che ho visto, elencando, come mia abitudine, senza peli sulla lingua, cio’ che mi ha convinto e cio’ che mi ha convinto meno:
POSITIVO: nell’insieme una trasmissione veloce, rapida, poche chiacchiere e tante buone illusioni mai viste in tv, da noi. La magia che torna in prima serata con tutti gli onori con una presenza diretta e non mediata da qualche presa in giro di Striscia la notizia.
Grande partecipazione crossmediale con un buon numero di persone che commentavano l’evento anche su twitter, segno che, se proposto con un po’ di convinzione, il tema prende.
NEGATIVO: sicuramente la scelta registica di tagliare pressocche’ tutti i numeri non promossi in semifinale ha reso l’esito delle votazioni molto ridondante.
Se ogni volta che mi fate assistere ad un numero per intero so gia’ che passera’ il giudizio della giuria, allora mi togliete parte consistente del pathos.
Non offrire agli spettatori un po’ di sangue, come in ogni colosseo che si rispetti,  e’ stato, a mio avviso un errore. Cosi’ come l’aver posizionato i giudici cosi’ distanti l’uno dall’altro, impossibilitati a comunicare e guardarsi tra loro e sprofondati in poltrone che sembrava potessero decollare da un momento all’altro.
Trovo l’interazione dei giudici una delle cose piu’ intriganti di Italian’s got Talent e un peccato non averla promossa alla Grande Magia, dando modo di far conoscere meglio il loro lato umano.
E proprio l’umanità è forse il punto piu’debole di tutto l’insieme. Complici la differita e la necessita’ di sovrapporre le traduzioni all’audio originale (nessuno dei protagonisti e’ infatti italiano, purtroppo, con l’eccezione dei bravi Luca Bono ed Andrew Basso e del presentatore Teo Mammucari) non c’e’ una gran facilita’ di dialogo tra concorrenti e giudici (proprio perche’ mediati da un conduttore che non parla inglese, mah). Quindi rimane tutto un po’ avvizzito e plasticoso.
Tra l’altro che il pathos dal vivo ci fosse, si notava dalle lacrime vere di quelli che passavano il turno (non scontato come invece risultava dalla sintesi di cui sopra) ma questo strideva con l’assoluto non coinvolgimento emotivo di Mammucari (se un concorrente si fosse martirizzato sul palco, ho idea che non avrebbe battuto ciglio ma si sarebbe solo preoccupato di trovare la battuta migliore per lui) e forse anche con una platea troppo in evidenza, i cui applausi potevano essere maggiormente valorizzati, che poco staccava con il palco che poteva invece essere più’ caldo (qui l’esempio da vedere e’ X Factor).

A META’ STRADA: normalmente amo vedere le espressioni della gente comune di fronte a qualche magia ed il programma ha fornito molte bocche spalancate dallo stupore. Peccato si induggiasse più che altro sui bambini, come a voler sottolineare che il target di riferimento fosse solo quello mentre è bene ricordare che la magia (e il mentalismo) è una forma di intrattenimento destinatata anche, se non soprattutto agli adulti.Questi stacchi sugli spettatori, inoltre spesso rendenvano più difficile seguire il senso dei numeri in corso.

Per quanto detto quindi una trasmissione interessante, palesemente creata per strizzare l’occhio ai mercati televisivi esteri che potrebbe aumentare ulteriormente l‘interesse del pubblico italiano verso gli spettacoli di magia dal vivo. Concorrenti di spessore, tutti giovanissimi per altro e numeri originali. Notelvoli alcuni interventi dei giudici (Uri Geller, Topas, Havary, Ed Alonzo e Max Maven). Ovvio che la magia parlata non abbia avuto molto spazio, ma come detto, per quello c’è sempre la possibilità di ingaggiare un artista dal vivo.

E tra poco c’e’ Supermagic (di cui parlerò a giorni).

Finisco di scrivere questa recensione ancora non conoscendo i dati di ascolto ma mi auguro che il programma abbia avuto un buon successo in questa come nelle prossime puntate (la prossima giovedì).

Supermagic 2011 – cosa accadrà

19 gennaio, 2011

Ed eccoci qui, a parlare come ogni anno di Supermagic, il festival della magia internazionale che si svolge a Roma. Quest’anno il titolo è quello di “Infinito“, regia di Vito Lupo e la location è sempre il grande teatro Olimpico di Roma.

Premesso che andrò a vederlo tra il 28 gennaio ed il 6 febbraio e che spero di divertirmi e di essere smentito, quest’anno ho la percezione che lo spettacolo non sia come gli anni scorsi. Sarà che il cast di artisti, sulla carta non mi appassiona, sarà che non sono state diffuse immagini dei numeri che verranno proposti al pubblico ma solo i nomi e qualche riga di descrizione di ciò che fanno (manipolazione, mentalismo, pappagalli ecc) inoltre non ci sono nomi di prestigiatori italiani. Tutto questo insieme mi rende un pò tiepido pregiudizialmente ma in questi casi, si viene smentiti dai fatti. Proprio mentre scrivevo questo pezzo, ho ricevuto segnalazioni di articoli di stampa che davano qualche delucidazione in più e qualche fotografia intrigante dei personaggi coinvolti quest’anno, quindi forse la mia è solo un’impressione sbagliata.

In realtà quanto ho scritto sopra può essere ribaltato in positivo, 8 maghi ed illusionisti provenienti da 8 paesi del mondo, 8 stili diversi, 8 artisti pluripremiati per fornire un’emozione magica unica. Solo la visione dello spettacolo scioglierà i miei dubbi ed ovviamente tifo perchè lo spettacolo sia bellissimo, abbia molto successo ed attiri un enorme curiosità. Anche perchè Supermagic, in questi anni ha contribuito a far conoscere la magia agli italiani elevandone la percezione come arte d’intrattenimento degna di nota.

Molto pubblico ha capito che ci sono in circolazione prestigiatori di qualità e generi di magia diversi adatti anche ad un pubblico adulto. Ecco quindi che sono aumentate le richieste di spettacoli magici per eventi aziendali ma anche per feste private. Spero, ma sono di parte, che il trend venga ulteriormente rafforzato dall’ennesimo successo di Supermagic. Chi assisterà allo spettacolo potrà dire la sua anche qui.

PRIMA DI ANDARTENE PUOI FARE ALCUNE COSE: VISITARE IL SITO DEL MENTALISTA DARUS, ANDARE IN HOME PAGE DEL BLOG O LASCIARE UN COMMENTO A QUESTO POST.

Supermagic 2010 al Teatro Olimpico

7 gennaio, 2010

Tra qualche giorno anche gli spettatori distratti, grazie ad una campagna pubblicitaria che si annuncia ficcante, sapranno che a Roma dal 22 al 31 gennaio ci sarà uno spettacolo magico di altissimo livello, un vero e proprio festival della magia.

Questa volta parlo di  Supermagic 2010, Mistero non del mio spettacolo 🙂 con cui sarò comunque presente nella prima settimana di marzo in un teatro romano (gli interessati clicchino qui) .

Lo show magico in oggetto, si terrà al Teatro Olimpico a Roma ed il consiglio spassionato se volete vedere della buona magia è di correre a prenotare i biglietti già in fase di esaurimento.

Il metodo migliore è quello di acquistarli via carta di credito ma telefonando al teatro. In questo modo risparmierete qualche commissione.

Credo questo Supermagic sia alla settima edizione e posso dirvi che, di anno in anno, la manifestazione è costantemente cresciuta di livello, ed importanza portando a Roma, grazie alla lungimiranza dell’organizzatore principale, Remo Pannain, artisti, prestigiatori e maghi molto quotati, per cui vale la pena anche viaggiare per assistere a questo spettacolo.

Se poi vorrete rilasciare qui un vostro parere su quanto visto sarà molto gradito.

Io andrò con alcuni amici il 30 di gennaio e cercherò di fare anche la mia recensione.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA

ALL’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

Buone cose a tutti i lettori, vi aspetto al Teatro Alba in via Alba 49 a Roma dal 4 al 7 marzo 2010 ed un in bocca al lupo a cast ed organizzazione di Supermagic:

Cast
Alivernini, Arno, Alberto e Laura Giorgi, Jordan Gomez, Christopher Hart, Ardan James, Arianna Moro, Remo Pannain e Gaetano Triggiano

Regia
Vito Lupo

Testi
Remo Pannain

Consulenza artistica
Massimo Zannoni

Scenografia
Agy e Trixie Zitkowsky

Disegno luci
Tommaso Biciocchi

Assistente disegno luci
Osama A. el Khair

Musiche originali
Angelo Talocci

Disegno fonico
Massimiliano J. Mantovani

Trucco
Genevieve K. Clark

Direttore di scena
Patrick Martin

Direttore tecnico
Gianni Mattiolo

Assistenza tecnica
Stanislao Di Amato

Assistenti di scena
Matteo Babini, Luca d’Agostini, Davide Spada

Assistenza ai prestigiatori
Paolo Jacobazzi, Mirco Menegatti

Amministrazione
Marco Lauria

Comunicazione e marketing
Simone Angelini

Supermagic 2009

21 gennaio, 2009

Spettacolo al teatro Olimpico

Spettacolo al teatro Olimpico

In questi giorni vi capiterà di vedere una serie di interventi magici in tv volti a promuovere uno spettacolo che si svolgerà da venerdì 23 gennaio al 3 febbraio presso il teatro Olimpico di Roma: Supermagic 2009.

Chi gravita nel mondo magico sa, che questa manifestazione – festival negli anni è cresciuta divenendo un appuntamento importante nel panorama magico nazionale. Chi l’organizza ci ha messo passione, impegno e soldi ed è riuscito a far si che questo Spettacolo Magico assumesse dimensioni nazionali attirando la curiosità e l’interesse di migliaia di persone oltre che dei media.

In cosa consiste? In sostanza e’ una sorta di galà magico, un varietà dove si alterneranno artisti internazionali, maghi, prestigiatori di altissimo livello con la caratteristica che a parte un’eccezione (o forse due non so) tutti i numeri saranno muti/musicali e la magia proposta sarà estremamente visiva ed emozionante.

Per capirci, non vi troverete davanti qualcuno che legge il pensiero o che fa un numero di ipnosi e suggestione come potrei fare io nel mio spettacolo di magia, ma senz’altro vi divertirete moltissimo e realizzerete ancora una volta, se ce ne fosse bisogno, che la magia dal vivo può essere molto intrigante. Pensate ad una festa privata con un mago come si deve.

Quindi se siete di Roma o potete recarvici andate e invitate chi può ad andarci, vi troverete di fronte il seguente cast:

Juliana Chen, Mirko Menegatti, Tony Chapek, Gaetano Triggiano, Samuel, Double Fantasy, Bustric, Cerchietti e Remo Pannain.

I biglietti ed ulteriori informazioni le potete avere qui:

http://www.ticketone.it/newsComplete.jsp?idCat=537&cdNews=243479

Ovviamente se poi mi inviaste privatamente una recensione a spettacoli@darus.it o la scriveste su questo blog, ne sarei molto felice.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA

ALL’HOME PAGE DI QUESTO BLOG


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: