Posts Tagged ‘Arturo Brachetti’

Tutto esaurito per “The Illusionists”: numeri di magia classica, suspance, effetti speciali e comicità

18 novembre, 2013

See on Scoop.itSpettacoli ed intrattenimento

E’ all’insegna dei giochi di prestigio più classici eseguiti con grande maestria che ha debuttato ieri in esclusiva per l’Italia al teatro “Rossetti” di Trieste “The Illusionists- witness the impossible”, spettacolo di magia con tanto di giochi pirotecnici in cui sette tra i migliori maghi del mondo si sono sfidati sul palcoscenico.

Mentalista Darus‘s insight:

E come annunciato tempo fa, questa mega produzione americana, che sta girando il mondo, si è fermata anche in Italia, per qualche giorno registrando il tutto esaurito.

Se i produttori italiani si convincessero delle  potenzialità della magia, io dico anche del mentalismo, in termini commerciali forse potremmo fare un passo avanti in campo artistico.

Al momento sembra succedere costantemente quanto segue:  i produttori teatrali tutti, sanno, sono convinti e ti spiegano che no, la magia in Italia nei teatri non funziona, non riempie i teatri, non rende ed è una cosa superata. Vuoi mettere la differenza con un teatro fatto da attori presi dalle fiction di Mediaset?

Poi arriva qualcuno che questo dogma non lo conosce e batte tutti i record di incasso. Da Arturo Brachetti, passando per Supermagic ed arrivando a The Illusionist.

Chissà se prima o poi si capirà.

See on www.triesteallnews.it

Annunci

Brachetti and friends

25 luglio, 2010

Brachetti & Friends” è l’evento magico dell’estate 2010. Praticamente l’unica tourneè italiana ufficiale di intrattenimento magico che sta facendo parlare di sè e che prevedibilmente farà il pieno di pubblico e di consensi.

Ovviamente oltre a questa ci sono invece maghi e prestigiatori che girano l’Italia con il proprio spettacolo con più o meno successo ma il clamore della tourneè sudetta è imparagonabile.

Per chi non lo sapesse, la Brachetti and friends è l’avventura artistica che Arturo Brachetti, forse sulla scia del notissimo Pavarotti and friends, ha così battezzato e creato per allietare il pubblico italiano nell’estate 2010, insieme a stelle dello spettacolo, della magia e dell’intrattenimento di prima grandezza.

Ci saranno Arturo con le sue famose trasformazioni e cambi d’abito, Otto Wesley, esilerante mago comico del Crazy Horse, i Golden Powers, 2 atleti ungheresi dipinti di oro, apprezzata attrazione del Lido di Parigi, Kevin James, un illusionista americano e Luca Bono (di questa presenza poco si parla nei comunicati ufficiali ma c’è anche questa giovane promessa della magia) vincitore del primo campionato italiano dei prestigiatori.

Non dico di amare tutto di Brachetti, anzi alle volte alcune cose non mi sono piaciute ma altre decisamente si, per cui consiglio di non perdere il suo spettacolo, a maggior ragione se non lo avete mai visto all’opera e ne avete solo sentito parlare. Ne vale davvero la pena e dimostra perchè è uno dei pochi artisti italiani di caratura internazionale che abbiamo e che dovremmo tenerci stretti.

Le date da stasera in poi, sono le seguenti:

25 LUGLIO Civitanova Marche (MC)

26 LUGLIO Fiesole (FI)

28 LUGLIO Codroipo (UD)

29 LUGLIO Piazzola Sul Brenta (PD)

30 LUGLIO Venaria Reale (TO)

2 AGOSTO Sarzana (SP)

3 AGOSTO Torre Del Lago (LU)

6 AGOSTO San Pancrazio Salentino (BR)

7 AGOSTO Roccelletta di Borgia (CZ)

8 AGOSTO Catona (RC)

11 AGOSTO Palermo (PA)

14 AGOSTO Ischia (NA)

Se poi vorrete dare un vostro commento allo spettacolo su questo blog, sarà un piacere ospitarlo.

Poi se vi va andata fare visita alla HOME PAGE.

Campione italiano di magia ma c’è anche altro

15 aprile, 2010

Il campionato italiano di magia sta prendendo forma.  Nel mese di maggio si svolgerà a Saint Vincent un festival di magia tra i più importanti e meglio organizzati d’Europa e tra le tante iniziative contemplate si svolgerà anche quella di selezionare un campione italiano di magia.

Se dovessi spiegare tutto, illustrare l’organizzazione retrostante (Masters of Magic), parlare delle punte di lancia (Walter Rolfo, Circolo Amici della Magia di Torino, Silvan, Binarelli, Raul Cremona, Forrest, Arturo Brachetti ecc) non riuscirei a scrivere ciò che mi preme se non dopo un’infinità di parole. Ma scommetto che se ne sentirà parlare.

Questa iniziativa, nella sua declinazione televisiva sarà probabilmente tra quelle di maggior rilievo per elevare il gradimento e la conoscenza della magia nel grande pubblico. Tanti prestigiatori, maghi ed illusionisti provenienti da tutta Italia avranno modo di farsi conoscere ed entrare per pochi o per tanti secondi nelle case degli italiani (a seconda del successo che l’eventuale programma televisivo otterrà).

Attenzione. La magia però non è quella che mostreranno quei prestigiatori o per lo meno non è solo quella.  Le esibizioni magiche in questo campionato (termine sportivo che trasforma quella che viene chiamata Arte Magica, in una disciplina) avrà dei tempi di esecuzione televisivi (se non erro si va dai 3 ai 6-7 minuti). Questo va bene per la tv ma bisogna tener presente che fuori da questa l’artista deve poter gestire un tempo più lungo di buon intrattenimento e buona magia e soprattutto non deve solo stupire ma è chiamato ad affascinare, coinvolgere e perchè no shoccare e far discutere.

Ingaggiando qualcuno per esibizioni di piazza, nelle convention, nei teatri o anche per feste private allora va appurato se l’artista ha uno spettacolo rodato che regga all’impatto di un pubblico reale per il tempo desiderato.

Conosco tanti amici e colleghi prestigiatori con queste caratteristiche che operano in varie zone d’Italia e nessuno di questi, me compreso, parteciperà al campionato italiano di magia come non partecipano ai vari programmi televisivi che cercano maghi (gratis) da usare come utili idioti.

Sintetizzando: la tv può dare molto e lo testimoniano artisti televisivamente internazionali ma con ciò che ci ritroviamo in Italia (e le varie striscia la notizia e maghetti al gioco dei pacchi) è lecito diffidarne.

Il mago per essere gustato come merita, ha bisogno di tempi umani (non televisivi) si deve quasi poter  toccare, guardare negli occhi, sentire la sua voce. Oppure dovrebbe avere lo spazio e lo spessore di Derren Brown in Gran Bretagna.

Si deve poter assaggiarlo insomma, altrimenti è più difficile che penetri nell’anima e la magia diventa fuffa, non lascia niente.

Detto ciò sono sicuro che dal festival della magia di Saint Vincent verrà sicuramente qualcosa di buono e prezioso non solo con il campionato ma anche per tutto il resto che  è  in programma.

PRIMA DI ANDARTENE DAI UN’OCCHIATA

ALL’HOME PAGE DI QUESTO BLOG

“Pierino e il lupo” di Prokof’ev con Bustric – la mia recensione

10 novembre, 2008

Nel week end sono stato a vedere lo spettacolo in oggetto con Luigia ed i bambini in un teatro Verdi stracolmo.

E’ da tempo che questo spettacolo circola su e giù per il paese, ma per varie ed alterne vicende non mi era ancora capitato di vederlo e finalmente ho coperto questa falla.

Secondo me è un capolavoro. Bustric pur se sempre simile a se stesso, trova nella magia una chiave di lettura originale per presentare questa fiaba che tanti artisti ha attratto e solleticato.

Anche gli adulti infatti sono autorizzati a stupirsi, a ridere e a partecipare ad una storia semplice ma che grazie a Bustric e alla sua magia non è mai scontata.

Io l’ho visto a Firenze ma se capita nella vostra città ve lo consiglio.

Sono anche contento di aver trovato in questo teatro uno spettacolo che ho gradito.

L’ultima esperienza era invece stata quella del “Gran Varietà Brachetti” che però mi aveva lasciato abbastanza freddo.


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: